Eur Laurentina / Via Giovanni Kobler

Strani furti mettono a rischio la sicurezza stradale

A Fonte Laurentina, Trigoria e Cecchignola, i continui furti dei tombini mettono seriamente a repentaglio la circolazione dei motocicli

Girare in motorino, o in bicletta, nelle strade del nostro territorio, sta divenendo sempre più complicato.

Non soltanto per l’assenza di piste ciclabili, o per la scarsa sicurezza di quelle poche esistenti. Una nuova insidia, infatti, si sta presentando agli amanti delle due ruote: le voragini.

Non si tratta però di un fenomeno carsico, anzi, a dire il vero, non si ravvisa alcun fenomeno di origine geologica.

Al contrario, le crescente presenza di buche nell’asfalto, laddove prima c’erano dei tombini di ferro, desta forti perplessità.

E poiché a mancare, oltre ai tombini stessi, sono anche gli sportelli in acciaio delle condutture di acqua e  gas, viene un dubbio: si tratterà forse di furti?

Retorica a parte, il problema è serio. E preoccupa i residenti. Le buche lasciate, trovandosi a ridosso dei marciapiedi, non causano grossi inconvenienti ai mezzi pubblici o alle automobili.

Da via Kobler a via De Finetti, dal Campus Bio Medico a Fonte Laurentina, chi se la passa peggio, e rischia il grosso, sono infatti gli scooter, le moto, le biciclette, abituate a spostarsi, in assenza di piste adatte, sui bordi della carreggiata.

Dove, appunto, abbondano queste voragini che, di naturale, hanno ben poco.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strani furti mettono a rischio la sicurezza stradale

RomaToday è in caricamento