menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le monoposto della Formula E

Le monoposto della Formula E

Formula E, presentato il piano della mobilità: “Vogliamo ridurre i disagi alla cittadinanza”

Nuove mappe interattive, consultabili anche da mobile, per le deviazioni del traffico e installando dei pannelli LED per informare sulle modifiche della viabilità

Il nuovo tracciato della Formula E mira a conseguire un duplice obiettivo. Vuole ridurre l’impatto organizzativo tanto sul traffico stradale quanto sulla vita di chi abita e lavora nel quartiere dell’Eur.

Il circuito è così stato modificato.  E per questa edizione, la terza, andrà a coinvolgere solo in modo superficiale la Cristoforo Colombo. Il piano generale della mobilità è comunque stato già predisposto. Ed è anche stato oggetto di un incontro che i Mobility Manager ed i referenti di aziende, enti, scuole e commercianti dell’Eur, hanno avuto con l’amministrazione cittadina, E Prix ed Eur Spa.

Gli obiettivi del piano della mobilità

“Abbiamo studiato un piano dettagliato d'interventi per individuare le soluzioni più efficaci per la viabilità nel quartiere. É un piano che tiene conto sia dell'incidenza dell'attuale emergenza sanitaria sull'organizzazione e la logistica dell'evento che delle modifiche al tracciato di questa nuova edizione con l'obiettivo di ridurre al minimo i disagi alla cittadinanza” ha spiegato Pietro Calabrese, assessore alla mobilità e vicesindaco di Roma Capitale  - La campagna di comunicazione legata al piano della mobilità sarà inoltre mirata ad incentivare un minor uso del mezzo privato e l'adozione dello smart working per le realtà produttive del quartiere, nonché a orientare gli utenti verso itinerari stradali alternativi, in particolare nelle giornate dell'evento”.

Il nuovo tracciato dell'edizione 2021

L'orgoglio di Roma Capitale

Per l’assessore allo Sport Daniele Frongia, quello che si prepara a vivere la città, è “un grande evento” la cui conferma “in un periodo così difficile ci rende particolarmente orgogliosi come città e amministratori”. Per riportare i bolidi elettrici sul circuito romano, si è puntato su “un nuovo incredibile tracciato che include un altro simbolo iconico del quartiere Eur, il Palazzo della Civiltà Italiana”, il Colosseo Quadrato.

Una vetrina internazionale

Curve mozzafiato, rettilinei, saliscendi tra le architetture razionaliste dell’Eur, finiranno per appassionare piloti ed i tanti fan della Formula E. Per il territorio, ha ricordato Antonio Rosati, amministratore delegato di Eur Spa,  “Sarà un volano particolarmente importante per sostenere l’immagine di Roma e l’immagine dell’Eur nel mondo, come luogo altamente attrattivo ha ricordato Antonio Rosati, amministratore delegato di Eur Spa. Anche perché l’evento, previsto per il 10 aprile, sarà seguito da 35 milioni di spettatori in tutto il mondo. Una vetrina internazionale di tutto rilievo.

Un rapporto di buon vicinato

“In questo anno così particolare abbiamo deciso di mettere ancora di più la tecnologia al servizio della mobilità, realizzando nuove mappe interattive, consultabili anche da mobile, per le deviazioni del traffico e installando dei pannelli LED per informare sulle modifiche della viabilità necessarie per ospitare la gara. Le iniziative per la mobilità e quelle che annunceremo nelle prossime settimane - ha concluso Margot Mc Millen, Event Director Formula E -  intendono lasciare un'eredità positiva al quartiere, per continuare a essere dei buoni vicini”. A maggior ragione visto che, il matrimonio tra E-Prix e l’Eur, è destinato a durare.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento