Eur Eur / Via Cristoforo Colombo

Siepi potate e colonnine di ricarica elettrica: l'Eur cambia pelle per la Formula E

Al lavoro per l'evento del 14 aprile

Il 14 aprile si avvicina. Mancano infatti appena dieci giorni alla tappa romana della Formula E. Un'occasione unica, com'è stato ribadito dagli organizzatori e dal Campidoglio, per il quartiere e per l'intera città. Un motivo per non farsi trovare impreparati. La vetrina internazionale dev'essere tirata a lucido.

Siepi e aiuole 

Per l'ocacsione Eur Spa, la società che gestisce il patrimonio immobiliare e le aree verdi del cosiddetto "Pentagono" ha già attivato alcune squadre di giardinieri. Sin dalla mattinata di mercoledì 4 aprile, sono state sfalciate e ripulite numerose aiuole, come quella sotto l'obelisco di piazza Marconi e le altre situate lungo il circuito, ad esempio nella zona tra viale Civiltà del lavoro e via Ciro il Grande. Lì è previsto che bolidi passerrano prima di tornare sulla Cristoforo Colombo. Di conseguenza ci saranno anche gli occhi indiscreti delle telecamere. Tante telecamere, dal momento che l'evento sportivo sarà trasmesso da una cinquantina di media.

Le colonnine di ricarica

A beneficio degli abitanti e dei lavoratori che frequentano il quartiere, è stata invece avviata un'altra importante iniziativa. A Largo Apollinaire, nella zona residenziale di viale Europa, è stata installata anche la prima colonnina di ricarica.  A differenza di quelle di vecchia generazione, peraltro già presenti sulla stessa strada, quelle che saranno montate all'Eur consentiranno di fare il pieno di energia elettrica a più automobilisti alla volta. La colonnina Enel sarà utilizzabile a partire dai prossimi giorni. Per ora si trova ancora sotto uno strato di cellophane.

Il ponte e l'asfalto

Anche sul ponte che attraversa il laghetto dell'Eur, in direzione Ostia, si sono osservati dei lavori di manutenzione. Il vecchio guardrail è stato rimosso e nella mattinata di mercoledì 4 aprile, una squadra di operai era al lavoro per sostituirlo con nuove lamiere. L'asfalto invece continua a presentarsi pieno di buche, soprattutto nel tratto terminale del ponte. In quel punto tuttavia non è previsto il passaggio delle monoposto elettriche. Varrebbe la pena sistemarlo ugualmente. Anche a prescindere dalla Formula E.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siepi potate e colonnine di ricarica elettrica: l'Eur cambia pelle per la Formula E

RomaToday è in caricamento