rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Eur Ardeatino / Via Ardeatina

Discarica Falcognana: i commenti di tutti i comitati coinvolti

La notizia della mancata autorizzazione per gli scavi del terzo invaso, commentata dall'Info Point, dal Coordinamento No Discariche e No Inceneritori IX Mun. e dal Presidio No Discarica

La notizia, circolata in giornata, relativa alla mancata autorizzazione per i lavori sul terzo invaso dell’Ecofer, è stata variamente commentata, dalle varie realtà associative contrarie alla discarica di Falcognana.

INFOPOINT E DE JULIIS - “Abbiamo letto con favore la notizia della Soprintendenza che ha chiarito che le opere all'interno della discarica di Falcognana sono in contrasto con le normative vigenti e senza le necessarie autorizzazioni – scrive De Juliis per l’Infopoint Divino Amore No Discarica -  Cittadini e associazioni, che da mesi si battono per evitare lo scempio del Divino Amore, lo hanno sempre detto con denunce ed esposti. l'Onorevole Brunetta, che è stato il nostro megafono alla camera,lo ha ribadito al Ministro Orlando attraverso innumerevoli interrogazioni chiedendo: Dove sono i documenti? dove sono le autorizzazioni? Oggi apprendiamo che avevamo ragione, non c'erano! Oggi non ci fermiamo e quello che chiediamo con forza è il sequestro dell'area in questione e la cancellazione definitiva del sito di Falcognana anche come discarica di emergenza”.

COORDINAMENTO NO DISCARICHE E FALCO - "E dire che era ora a furia di diffide, esposti anche penali redatti e presentati a fine luglio, agosto e settembre 2013,come Coordinamento No discariche e No inceneritori Municipio IX e Pomezia, grazie al nostro legale, Avv. Carla Canale, finalmente qualcosa si è mosso – commenta invece il presidente del citato coordinamento Massimo Falco –  a questo punto la Procura come ulteriormente richiesto nelle integrazioni presentate a settembre 2013, proprio a seguito dei lavori di sbancamento che si stavano effettuando nel sito della discarica, non può che non disporre l’immediato sequestro del sito di Falcognana, che ovviamente non potrà essere più essere scelto come sito della discarica di Roma".

AVVOCATO CANALE - "La notizia di oggi  - prosegue più sul piano tecnico l’avvocato Canale –  sembrerebbe confermare che sono state palesemente e reiteratamente violate come più volte detto, sia la nostra normativa ambientale Dlgs 152/2006, che il Decreto legislativo del 13 gennaio 2003, n. 36, Attuazione della direttiva 1999/31/CE, nonchè ovviamente le direttive europee 1999/31 e 2008/98, e la Convenzione di Arhus in materia di partecipazione dei cittadini ai procedimenti amministrativi in tema ambientale- prosegue il legale del Coordinamento  - Ciò è ancora più' grave se si considera i provvedimenti di differimento di accesso agli atti alle richieste cittadine a seguito di esposti presentati sulla questione Falcognana fatte proprio dal Coordinamento No discariche No Inceneritori. E' arrivato il momento che il Commissario Straordinario, La Regione Lazio ed il Comune di Roma pongano la parola fine a questa vicenda".

IL PRESIDIO E LEPIDINI - Un ultimo veloce commento è stato infine espresso anche da Alessandro Lepidini, portavoce del Presidio No Discarica Divino Amore. “Il blocco imposto dal Mibac da ragione alla nostra lotta che, andata avanti per oltre quattro mesi, da subito ha chiesto a tutte le istituzioni coinvolte che fosse semplicemente rispettata la costituzione che all'articolo 9 tutela il paesaggio e quindi l'ambiente e l'articolo 32 che tutela la salute. In questo giorno così importante il grazie più grande è per tutti, donne e uomini, giovani e anziani, che in questo periodo non si sono mai arresi e che caparbiamente si sono ripresi quel che apparteneva loro, il diritto al futuro”. Capitolo chiuso? Non ancora, dal momento che in giornata si sono potuti osservare ancora dei mezzi al lavoro nell’invaso “non autorizzato”. Tuttavia   la sensazione è che, anche se la partita non è definitivamente archiviata,  queste considerazione del MIBAC, fossero attese. Molto attese. Ed in maniera del tutto trasversale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica Falcognana: i commenti di tutti i comitati coinvolti

RomaToday è in caricamento