Sabato, 19 Giugno 2021
Eur Tor de' Cenci / Via Santi Savarino

Tor de’ Cenci: a scuola con l’Eternit

Tre consiglieri del Pdl accusano la Presidenza del Municipio di prendere tempo. E Calzetta risponde che si sono attivate tutte le procedure del caso, in attesa dell'approvazione del bilancio comunale

La vicenda della possibile presenza di Eternit, nella scuola primaria Santi Savarino di Tor de’ Cenci, l’avevamo già raccontata.

La preoccupazione dei consiglieri. Da segnalare, in data odierna, come tre consiglieri della maggioranza municipale, Gino Alleori, Presidente della Commissione Scuola, Paolo Pollak e Stefano Aloisi, abbiano inoltrato un comunicato attraverso il quale hanno espresso la loro preoccupazione.  Scaricando, nel contempo, le responsabilità di una mancata soluzione del problema, sulle spalle del Presidente Pasquale Calzetta.

Le presunte responsabilità dell'amministrazione. “La problematica della presenza di Eternit nella scuola Santi Savarino, segnalata oltre due mesi fa da famiglie e genitori preoccupati per la salute dei propri bambini, non sembra essere stata ancora affrontata come sarebbe opportuno dal Presidente del Municipio: sono passate oramai tre settimane da quando la commissione Scuola del Municipio ha licenziato con voto unanime una risoluzione per chiedere l’attivazione dello strumento della somma urgenza per effettuare i lavori al più presto – fanno notare i tre Consiglieri Pdl -  Richiesta poi ribadita a Calzetta con lettera del Presidente della Commissione, il quale ancora questa mattina ha scritto una nuova lettera al Presidente del Municipio per avere informazioni in merito. Nei fatti ad oggi nulla ci è stato comunicato e le preoccupazioni nostre e delle famiglie aumentano visti i tempi ristretti dell’apertura dell’anno scolastico”.

Ritardi causati dall'approvazione del bilancio. Preoccupazioni condivisibili. E tuttavia, circa le responsabilità, il Presidente Calzetta, raggiunto telefonicamente, ha tenuto a sgomberare il terreno da equivoci.

“Premesso che non mi interessa entrare in polemica, voglio ricordare come il Municipio, appresa la notizia, si sia immediatamente adoperato, mettendo in sicurezza l’area, che è stata recintata. E poi avviando lo strumeno della somma urgenza. Tuttavia c’è una Commissione comunale che ha il compito di valutare queste situazioni. Ebbene, finchè non verrà approvato il Bilancio di Roma Capitale, ci hanno fatto sapere che non è possibile dare il nulla osta verso iniziative che implichino ulteriori problemi economici. Concordo sul fatto – aggiunge Calzetta – che era auspicabile risolvere la questione nel periodo estivo. Non è stato possibile, per le ragioni indicate, legate all’approvazione del bilancio. Rimane tuttavia l’intenzione del Municipio XII di intervenire in maniera più celere possibile”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor de’ Cenci: a scuola con l’Eternit

RomaToday è in caricamento