rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Eur Laurentina / Piazzale Elsa Morante, 1

Laurentino: è uno studente sfaticato? No, è dislessico

Al Centro Elsa Morante un corso di formazione gratuito, rivolto ai docenti del territorio, per informarli sui benefici che le nuove normative potranno avere sugli studenti dislessici

Si terrà nei locali del Centro Polifunzionale Elsa Morante, il IV seminario dedicato dalla  Consulta della Cultura del Municipio XII , al tema della dislessia. E nonostante l’iniziativa si svolgerà nella giornata di giovedì, possiamo già anticipare che sarà un gran successo.

LA DISLESSIA E LA NORMATIVA."Hanno già aderito circa 120 insegnanti del territorio” ci conferma Filippo Cioffi, Vice Presidente della Consulta ed organizzatore, con l’Associazione  Italiana Dislessia, dell’incontro all’Elsa Morante. “Sarà un appuntamento mirato a far conoscere al corpo docente, dopo che già lo abbiamo fatto con i genitori, i benefici della Legge 170 dell’8 ottobre 2010 mediante la quale gli alunni con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) potranno finalmente avere diritti certi, riconosciuti da una normativa dello Stato; disporranno di  adeguate tutele che consentiranno loro di raggiungere gli stessi obiettivi didattici dei loro compagni. Ma soprattutto, li metterà in condizione di poter disporre di quegli strumenti  utili a sviluppare al meglio le proprie personali potenzialità”.

UN DISTURBO SOTTOVALUTATO. La dislessia, come disturbo nell’apprendimento, è sempre esistita. Ma solo negli ultimi anni, si è realmente preso coscienza del fenomeno che, solo in Italia, riguarda  350.000 studenti “intelligenti come gli altri – precisa Cioffi – ma che, nonostante questo, devono affrontare difficoltà di lettura, scrittura e anche di calcolo. Difficoltà  che spesso compromettono il loro iter scolastico”. Ma è un disturbo che si può affrontare, innanzitutto con la prevenzione. Cosa che implica l’immediato riconoscimento da parte del corpo docente, dei soggetti dislessici, al fine di poter valutare, per questi studenti, strategie di insegnamento differenti da quelle dei proprio compagni. “Una volta si diceva, questo ragazzo è svogliato, senza magari sapere che, dietro a quell’apparente apatia, si celasse un disturbo. Oggi, grazie  anche alla legge 170, c’è la possibilità di intervenire in maniera mirata. Ed efficace”.

UN OBIETTIVO ALLA PORTATA. E proprio per mettere a conoscenza gli insegnanti delle nuove strade utili a favorire l’apprendimento dell’alunno dislessico, che la Consulta della Cultura ha deciso di dedicarsi  a questo disturbo. Attraverso una serie di passaggi. Dapprima con un ciclo di  tre seminari che si sono svolti, nel corso del precedente anno scolastico, presso la biblioteca Pier Paolo Pasolini  a Spinaceto. Ed adesso,  con l’appuntamento di giovedì 6, nel centro Polifunzionale Elsa Morante, al Laurentino. “E’ il primo passo – conclude Cioffi – per capire, supportare ed accogliere gli studenti affetti da DSA, e farli sentire come i loro compagni. Senza ricorrere a precoci bocciature od altri tipi umiliazione”. Un obbiettivo ragguardevole ed alla portata. Ragion per cui, l’appuntamento di giovedì, cui interverrà anche il Presidente  del Municipio XII Pasquale Calzetta, ci sembra un ottimo punto di partenza.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laurentino: è uno studente sfaticato? No, è dislessico

RomaToday è in caricamento