Domenica, 20 Giugno 2021
Eur Laurentina / Via Giovanni Kobler

Cecchignola Sud: necessario accelerare l’istituzione di un tavolo tecnico

I due contenziosi da cui dipende la conclusione, dopo venti anni, del piano di zona di Cecchignola Sud, potrebbero esser arrivati ad un punto di svolta. Ma serve un’accelerazione

La complessa vicenda legata alla conclusione del piano di zona a Cecchignola Sud, si arricchisce di un altro elemento.

“Questa mattina – ci informa l’avvocato Ricciardi, animatore del gruppo “Cecchignola Sud, non è mai troppo tardi”– abbiamo consegnato agli ufficiali giudiziari un atto stragiudiziale, con il quale diverse decine di titolari di alloggi realizzati nel piano di zona Cecchignola Sud, hanno richiesto di provvedere alla trascrizione della sentenza del Consiglio di Stato n.8363/2010”.

Nel quartiere di Cecchignola Sud, insistono due aree: una prima, con edifici che danno in parte sui terreni della famiglia Torlonia,  e su cui esiste un contenzioso pendente davanti la Corte dei Conti.

Poi vi è un altro gruppo, La Nuova Fonte Meravigliosa,  su cui insiste “un contenzioso che si è concluso con la sentenza del Consiglio di Stato n. 8363/2010 ed ha riguardato sia la proprietà dei terreni che il risarcimento del danno liquidato in circa 9 milioni di euro” spiega l’avvocato Ricciardi.

La definizione di entrambi i contenziosi è presupposto indefettibile per la chiusura del piano di zona- scrive sempre Ricciardi, pertanto - il nostro gruppo d’impegno (Cecchignal Sud non è mai troppo tardi) chiede all’amministrazione comunale di accelerare l’istituzione del richiesto tavolo tecnico per poter individuare le modalità tecnico-amministrative per la chiusura del piano di zona e per la realizzazione dei servizi (scuole, chiesa, centro giovani, verde attrezzato, etc.) negati per oltre venti anni agli abitanti di Cecchignola Sud.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cecchignola Sud: necessario accelerare l’istituzione di un tavolo tecnico

RomaToday è in caricamento