rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Eur Torrino / Viale Avignone

Eur-Castellaccio: la Casa dell’Hockey di Viale Avignone

In mattinata il Sindaco, il Presidente della FIH e numerose autorità cittadine, hanno presentato il nuovo impianto sportivo di Viale Avignone, a due passi dalle due Torri di Castellaccio

In una mattinata decisamente estiva, si è svolta la presentazione del nuovo impianto sportivo di Viale Avignone, presto ribattezzato “la Casa dell’Hockey”.

La Casa dell'Hockey. A differenza della sorellastra di Spinaceto, la Casa del Rugby che, come abbiamo molte volte ribadito, a fronte di un investimento di circa 32 milioni di euro, non porterà alcun vantaggio alla disciplina dalla palla ovale, l’impianto di Castellaccio avrà un altro utilizzo."Originariamente era un campo da calcio non regolamentare – ha ricordato Luca di Mauro, Presidente della Federazione Italiana Hockey (FIH) – ma grazie al sostegno dell’ing. Flamini e del mutuo contratto con il Credito Sportivo, abbiamo realizzato un impianto che vogliamo aprire al quartiere. Finora l’Hockey non ha mai disposto di una propria casa, ed è stato ospitato prima all’Acqua Acetosa, poi al Tre Fontane dove il campo attualmente versa in uno stato disastrato. E nonostante questo – ricorda il numero uno della FIH – il coraggio delle squadre romane ha fatto sì che arrivassero a  fregiarsi del titolo di campione d’Italia. E siamo sicuri che quest’impianto costituirà un fiore all’occhiello non solo per la città ma per tutta la Federazione”.

Un impianto storico. Soddisfatto per il raggiungimento dell’obiettivo di aprire il nuovo impianto anche l’onorevole Alessandro Cochi, delegato del Sindaco per lo Sport “Oggi è solo l’inizio di un’avventura che ci porterà, tra qualche settimana, a vivere un inizio di stagione intenso, in una disciplina dove sono presenti dei derby che, anche in questo sport, risultano piuttosto focosi.  Sono soddisfatto e credo di poter dire che quest’impianto rimarrà nella storia sia dell’Hockey che dello sport italiano.

L'attenzione agli sport minori. Dopo una breve benedizione, realizzata all’interno del campo in fase di ultimazione, anche il Sindaco di Roma Gianni Alemanno ha voluto commentare l’evento. “Il nostro impegno è quello di diffondere in tutti i quartieri la pratica sportiva, ogni qual volta troviamo le risorse e degli spazi disponibili. Da questo punto di vista, l’attenzione dell’amministrazione deve essere proprio nei confronti di quegli sport meno protetti  e meno attenzionati dagli sponsor e dagli interessi economici e che ugualmente fanno grande lo sport italiano e lo sport olimpico. L’Hockey, in particolare, è anche uno sport che si contraddistingue per una grande possibilità d’ aggregazione, con tanti appassionati e tanti giovani che si vogliono sperimentare in questa disciplina ”.

L'impegno verso lo sport di base. Una battuta, il primo cittadino, ha voluta regalarla anche in relazione alla manifestazione sportiva per antonomasia, ormai giunta alle porte. “A Londra vedremo quella che sarà la sfida e la capacità di realizzare risultati da parte della nostra squadra, che noi seguiremo con grande attenzione ed affetto come sempre. Ma noi sappiamo che quando c’è una squadra olimpica, e quando ci sono risultati d’eccellenza dietro c’è sempre un lavoro quotidiano faticoso, un impegno per far crescere giovani atleti e per dare opportunità ai ragazzi – fa notare il Sindaco di Roma -  Tutto questo lavoro deve essere attentamente valorizzato dalla nostra realtà. L’impegno dell’amministrazione deve essere sullo sport di base, sullo sport diffuso sul territorio, su quella che è la grande funzione sociale ed aggregativa dello sport. Questa è, senza dubbio,  una delle grandi priorità della nostra amministrazione”.

La Casa dell'Hockey di Viale Avignone


La sinergia virtuosa. L’appuntamento per gli appassionati dell’Hockey è dunque fissato per settembre, con la ripresa del campionato. Con una significativa novità. Questa disciplina, a fronte di un investimento relativamente poco oneroso, avrà una propria dimora. "Sono molto contento.  Oggi è un gran giorno per questo territorio  e per la disciplina dell’Hockey - ha commentato Pietrangelo Massaro, Presidente della Commissione Sport del Municipio - Ed è l’ennesima dimostrazione che quando tutte le istituzioni lavorano insieme alla federazioni, si può rendere grande lo sport". Una sinergia che, in altre circostanze, come per la Casa del Rugby di Spinaceto,  probabilmente è mancata. Ed è un vero peccato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eur-Castellaccio: la Casa dell’Hockey di Viale Avignone

RomaToday è in caricamento