rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Eur Tor de' Cenci / Via Pontina

Tor de’ Cenci: richiesta la verifica sanitaria del Campo Nomadi

L'iniziativa promossa dall'Assessore Belviso, suscita la reazione dell'ex Presidente Municipale Gemma Azuni, preoccupata che sia solo "il pretesto per procedere allo sgombero del campo"

Ancora nessuna apparente novità in merito al possibile trasferimento dei Rom di Tor de’ Cenci, presso il Campo di La Barbuta.

Verifica condizioni sanitarie. Nel frattempo però la scelta del Vice Sindaco Belviso di richiedere all’ASL RmC, di verificare le condizioni sanitarie del Campo di Tor de’ Cenci, hanno suscitato lo sdegno di Gemma Azuni, già Presidente del Municipio XII.

Condizioni comuni a molti campi. “Sospetto che questo sia il pretesto per procedere ad un imminente sgombero del campo, destinando le 400 persone che attualmente ci vivono al nuovo campo de La Barbuta. Se cosi fosse ci troveremmo di fronte ad un’azione gravissima. La situazione sanitaria del campo di Tor de’ Cenci è simile a quella di molti campi tollerati ed autorizzati; il campo autorizzato di Via Candoni, ad esempio, non versa in condizioni migliori di quello di Tor de’ Cenci sotto vari punti di vista: per il sovraffollamento, la  sporcizia, la rete fognaria sottodimensionata e la scarsa frequenza dei controlli sanitari”fa notare la Consigliera Comunale di SEL .

Diritti e doveri dei Rom. E dunque, quali finalità si celano nella decisione dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Roma che, ricordiamolo, è residente proprio nel Municipio XII? Per Gemma Azuni non ci sono dubbi “Si intravede perfettamente l’obiettivo dell’Assessore Belviso: conseguire solo risultati da utilizzare per fini elettoralistici, anche a costo di ledere i diritti umani. Le persone che vivono nei campi hanno diritti e doveri ma non sono stracci da portare in giro, ammucchiandole secondo le convenienze di questo o quel potentato elettorale” .

Una posizione chiara, quella espressa dalla Azuni che poi aggiunge "spero di essere smentita dai fatti ma se cosi non fosse, lo sgombero del campo di Tor de’ Cenci sarà l’ennesima dimostrazione del fallimento del Piano Nomadi targato Alemanno – Belviso”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor de’ Cenci: richiesta la verifica sanitaria del Campo Nomadi

RomaToday è in caricamento