rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Eur Eur / Viale America, 20

Una nuova vita per la piscina delle Rose: Eur Spa mette a bando la gestione

Lo storico impianto, costruito per i Giochi del 1960, era finito in mezzo ad un contenzioso e la gestione, come riferisce l'ente proprietario, aveva commesso degli abusi edilizi

La piscina delle Rose ha davanti a sè un nuovo futuro. Eur Spa, proprietaria dello storico impianto di viale America, ha deciso di mettere a bando la gestione dopo anni di contenzioso con la Gesport Eur 999 Srl, società che - come fa sapere Eur Spa - "ha realizzato manufatti abusivi". 

Piscina delle rose: Eur Spa sfratta i gestori e rilancia l'impianto

Il 21 marzo, in esecuzione di un'ordinanza della VI sezione civile del tribunale di Roma, che ha accertato inoltre la morosità dei gestori, l'impianto verrà rilasciato e le chiavi riconsegnate ad Eur Spa. In sostanza i gestori verranno sfrattati. "Dopo anni di occupazione illegittima - fa sapere l'ente - l’impianto sportivo, oggetto di abusi edilizi ed urbanistici da parte della precedente società conduttrice, sarà rilanciato". 

Un affitto da 239mila euro l'anno

Il bando, al quale si potrà partecipare entro il 12 aprile (alle ore 12.00), prevede il ripristino della piena funzionalità dell'impianto che si trova all'interno del parco del laghetto dell'Eur, in viale America. A carico dell'assegnatario ci sarà l'onere di svolgere "a propria cura e spese" gli interventi di ripristino "tesi a garantire la piena funzionalità dell’immobile e l’eliminazione degli abusi edilizi e urbanistici realizzati dalla precedente conduttrice". Chi risponderà alla gara (aperta e rivolta ad operatori economici singoli o in forma di associazione) dovrà partire da una base, per il canone annuo, di quasi 239.000 euro. 

L'ultima ristrutturazione 16 anni fa

Progettato da Giorgio Biuso per i Giochi olimpici del 1960, l'impianto della piscina delle Rose è sottoposto a tutela, in quanto complesso di rilevante pregio architettonico e si estende per 8.000 mq, comprendendo una piscina olimpionica, altre strutture per l'attività sportiva e due tribune, una da 2.000 posti e una seconda da circa 1.800. L'ultima opera di ristrutturazione fu nel 2007, ben 16 anni fa. Se tutto andrà bene, dalla prossima estate ci saranno nuovi lavori e un nuovo gestore. 

"Società conduttrice da 8 anni è in indennità di occupazione"

"Eur Spa, pur essendo parte lesa a causa del mancato pagamento dei canoni di affitto che non ha permesso fino ad oggi la valorizzazione dell’immobile - ci tiene a sottolineare l'ente, al 90% del MEF e al 10% di Roma Capitale - si è sempre adoperata per salvaguardarne l’utilità sociale, accordando, ad esempio, la scorsa estate una sospensione delle procedure di rilascio per consentire lo svolgimento dei centri estivi per bambini, come pure le attività sportive e ricreative per i cittadini". La società che, ancora per pochi giorni, si trova all'interno della piscina "è in indennita di occupazione da 8 anni - fa sapere l'ad di Eur Spa, Angela Cossellu - e in quella struttura oltre a una importante morosità, sussiste il tema più grave dell'illegittimità per abusi edilizi e urbanistici. Il complesso deve essere adeguato alla normativa perchè i cittadini e gli sportivi che ogni giorno lo frequentano siano doverosamente tutelati". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova vita per la piscina delle Rose: Eur Spa mette a bando la gestione

RomaToday è in caricamento