rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Eur Spinaceto / Viale Caduti Nella Guerra di Liberazione

LETTORE: “A Spinaceto siamo trattati come cittadini di serie B”

Un residente ci ha inoltrato un'ampia galleria fotografica e una lettera per denunciare le condizioni in cui sono stati eseguiti i lavori di rifacimento dell'asfalto a Spinaceto

Riportiamo la lettera di un residente di Spinaceto, Massimo Sabbatini, che denuncia le condizioni in cui versano le caditoie pluviali. Inoltre, come già avvenuto a giugno, segnala lo stato in cui versano i tombini dopo il lavori di asfaltatura avvenuti a ridosso delle elezioni. Infine fa notare, documentandolo con fotografie, come ormai il piano stradale sia stato portato “a livello” dei marciapiedi. Ad ulteriori riprova di lavori eseguiti non certo a “regola d’arte”


LE ELEZIONI E LA MANUTEZIONE STRADALE - "Tre settimane prima delle ultime elezioni comunali, i signori di Roma Capitale si sono ricordati anche di noialtri che viviamo a Spinaceto e hanno inviato una squadra con mezzi e attrezzi ad asfaltare un tratto di Via Caduti nella Guerra di Liberazione che effettivamente era molto degradato (ma lo era da anni, come tutte le altre strade di Spinaceto: anni senza elezioni). Il punto è che, pur se ci ha riempito di gioia il vedere che qualcuno si ricorda della nostra esistenza anche quando non è la scadenza della TaRi o dell'Imu, i lavori sono stati eseguiti male e ci sentiamo un po' presi in giro.

I LAVORI MAL ESEGUITI - Questi i fatti: nel tratto più breve, compreso tra via Frignani e via Renzi, i lavori sono stati eseguiti correttamente asportando lo strato di asfalto degradato sottostante e solo dopo questa operazione stendendo lo strato di asfalto nuovo; viceversa, nel tratto più lungo, compreso tra via Aversa e via Caduti di Trilly, l'asfaltatura è stata eseguita senza aver asportato lo strato di asfalto sottostante, quindi sollevando il livello del sedime stradale automobilistico quasi fino a quello dei marciapiedi, che dunque non proteggono più né pedoni né carrozzine, causando un aumento del dislivello delle buche delle caditoie pluviali e riempiendo le stesse di asfalto spinto e pressato al loro interno dal rullo meccanico. C'è da dire che le caditoie pluviali erano già da prima occluse da strati di terra e foglie mai asportate, ma così, con il tappo di asfalto colato sopra, si rende addirittura impossibile una loro eventuale – seppur remotissima – pulizia.

LA SEGNALAZIONE - Il 15 maggio 2013 mi sono rivolto allo 060606 segnalando le scorrettezze commesse dalla ditta appaltatrice che aveva eseguito i lavori e  nell'occasione ho segnalato anche che la quasi totalità delle caditoie pluviali di Spinaceto risulta ostruita da terra e foglie compattati. Il giorno 6 giugno 2013 sono stato contattato telefonicamente dall'URP del XII (ora IX) Municipio che mi comunicava in risposta alla mia segnalazione che i lavori di asfaltatura erano in corso (sic! 22 giorni dopo la segnalazione!) e quindi la ditta avrebbe completato il lavoro.

LE RICHIESTE AL MUNICIPIO IX - In realtà i lavori di asfaltatura si erano da subito spostati da Spinaceto al Villaggio Azzurro e, passate le elezioni, erano del tutto terminati: operai spariti, macchinari volatilizzatI. Sentendomi preso in giro da una risposta così falsa oltre che insoddisfacente, ho scritto al IX Municipio segnalando i fatti descritti, e ho espressamente chiesto che "l'ingegnere responsabile" (espressione usata dall'operatrice dell'URP del XII Municipio) effettuasse un sopralluogo e costringesse la ditta appaltatrice dei lavori a sanare i danni causati e nell'occasione lo invitavamo a ispezionare lo stato delle strade, dei marciapiedi e delle caditoie pluviali di tutto il quartiere.

CITTADINI DI SERIE B - Naturalmente non si è visto nessuno e non abbiamo ottenuto nessuna risposta: i cittadini di Spinaceto sono stati una volta di più trattati come cittadini serie B. Eppure paghiamo le tasse come e probabilmente più dei privilegiati dell'Eur dove le strade sono riasfaltate e lisciate una volta all'anno e le caditoie pluviali pulite regolarmente".

Cordiali saluti, Massimo Sabbatini

La manutenzione stradale in un "quartiere di serie B"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORE: “A Spinaceto siamo trattati come cittadini di serie B”

RomaToday è in caricamento