Lunedì, 27 Settembre 2021
Altre Laurentina / Viale Ignazio Silone

Laurentino: Santoro incontra associazioni e comitati per ragionare di trasparenza e partecipazione

Decine di associazioni e comitati di quartiere, presenti in aula consigliare, si sono confrontate con Andrea Santoro su partecipazione e trasparenza

Si è svolto, nel pomeriggio di giovedì 31, un incontro presso l’aula consiliare cui hanno preso parte molti comitati di quartiere ed associazioni territoriali. L’appuntamento, voluto da Andrea Santoro, candidato Presidente di Roma Bene Comune al ballottaggio del 9 e 10 giugno, ha permesso di affrontare due argomenti su cui il candidato di centrosinistra ha impostato il proprio programma: trasparenza e partecipazione.

LA NECESSARIA TRASPARENZA - “In questo municipio c’è una fortissima esigenza di stare insieme, di costruire insieme. E penso che sia arrivato il momento in cui o tutti ci sporchiamo le mani con l’amministrazione’ oppure proseguiamo con questo balletto che vede l’istituzione arroccata su se stessa, e i cittadini all’esterno – ha esordito Santoro davanti ad una sala piena di cittadini - Abbiamo proposto 14 modi di governare, tra tavoli, consulte, forum, su vari temi. Dalla mobilità alla trasparenza, perché crediamo che ogni argomento debba essere condiviso. Io vorrei che i comitati potessero conoscere bene il bilancio del municipio, quello che entra e che esce, come vengono spesi i soldi. Mi piacerebbe che i cittadini ed i comitati programmassero insieme le cose da fare, ragionando sulle priorità e costruendo anche una programmazione condivisa”.

LE CASE DELLA PARTECIPAZIONE - Oltre alla trasparenza, cui Santoro si riferiva parlando di bilanci accessibili, il leit motiv dell’incontro è stata la partecipazione. “Quando le persone si incontrano, si acquisisce una propria identità e diventa più sicuro anche il quartiere. Anche per questo credo molto nel recupero degli spazi. Useremo i centri anziani per fare delle case della partecipazione, ma non solo. Ci sono centinaia di immobili e strutture che abbiamo a disposizione come municipio, ma che sono state utilizzate malissimo in questi anni o sono state date ad associazioni che non producono idee e progetti. Rivedremo i criteri di assegnazione" promette il candidato Presidente del centrosinista.

CONSULTA DEI CDQ E DELEGATO ALLA PARTECIPAZIONE - A proposito di comitati ed associazioni, alcuni giorni addietro abbiamo riportato  due proposte avanzate dal CdQ Decima Torrino, sia in merito alla loro regolamentazione, che alla realizzazione d’una Consulta per gli stessi Comitati di Quartiere. Sulla prima idea Santoro si dichiara d’accordo, come anche sulla seconda. “Noi siamo favorevoli all’istituzione della Consulta delle associazioni e dei Comitati di Quartiere, dove ci si possa contaminare nelle esperienze che si fanno. Dal territorio sono arrivate proposte interessanti, ma spesso anche fuori dal quartiere in cui sono state partorite, potrebbero essere messe in pratica. Ecco, a volte è sembrata mancare proprio quest’associazione tra persone che volontariamente si occupano del bene comune – ha ammesso Santoro -  mentre noi dobbiamo cercare di valorizzare queste esperienze e metterle in rete. Per questo creerò la figura di un delegato alla partecipazione, col compito di raccordare queste proposte”.

LA TRASPARENZA NEGATA - E per tornare sulla trasparenza, Santoro ha infine ricordato: “Se riusciremo a vincere, faremo una rivoluzione. Apriremo le case della partecipazione  che servono a superare il limite di un’amministrazione chiusa in se stessa, e dei cittadini che non conoscono i vari progetti. In sala c’è Gualtiero Alunni – ha poi osservato il candidato Presidente del Municipio IX - che si sta battendo da anni sulla vicenda della bretella A12-Tor de Cenci. Ma per trovare quei benedetti progetti, è stata una fatica incredibile. Qui ci sono cantieri di cui nessuno sa nulla. Tutto questo deve cambiare" ha concluso il candidato per il centrosinistra al prossimo ballottaggio del 9 e 10 giugno.

L'IMPEGNO SCRITTO CONTRO GRA BIS E BRETELLA - A proposito dell’annosa battaglia del Comitato No Corridoio, Gualtiero Alunni, a margine dell’incontro, ci ha fatto leggere un impegno scritto di Santoro “a mettere in essere tutte le azioni per bloccare i progetti delle autostrade a pedaggio a12 – Tor de’ Cenci e Gra Bis. Inoltre si impegna - si legge sempre nello stesso documento - a istituire un tavolo per la mobilità volto a realizzare i progetti alternativi delle autostrade che abbiamo raccolto tra i cittradini attraverso un percorso partecipativo". ”Queste promesse – ha precisato Alunni – chiederemo di sottoscriverle anche all’altro candidato Presidente del Municipio IX: Paolo Pollak”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laurentino: Santoro incontra associazioni e comitati per ragionare di trasparenza e partecipazione

RomaToday è in caricamento