rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Altre Tor di Valle / Via Ostiense

No al Business Park Tor di Valle: "Il territorio è già pieno di centri direzionali vuoti"

Soddisfatti gli attivisti del Comitato Difendiamo Tor di Valle per "l'apertura dell'inchiesta da parte della Procura". Favorevoli alla realizzazione dello stadio, ricordano: "siamo pieni di centri direzionali vuoti"

Sono troppi i metri cubi che il Comune avrebbe riconosciuto al progetto urbanistico previsto a Tor di Valle. Ne sembrano convinti i Consiglieri del M5S in Campidoglio. E dello stesso avviso sembrano alcuni cittadini aderenti al Comitato Difendiamo Tor di Valle. Per tutti loro, c'è ragione di credere che Roma Capitale sia stata di manica larga. Un'ipotesi, quella delle cubature in eccesso, che ora è al vaglio della Procura della Repubblica.

IL PUBBLICO INTERESSE - L'iniziativa della magistratura, è stata salutata con soddisfazione da alcuni residenti. "Lo stavamo dicendo da tempo, e per questo abbiamo presentato un esposto dettagliato alla Procura" scrive in una nota il Comitato Difendiamo Tor di Valle, che saluta "con soddisfazione" la decisione di aprire l'inchiesta.  C'è un aspetto che questi attivisti stanno sollevando da alcuni mesi, Ma che è rimasto  fondamentalmente inascoltato in Municipio ed in Campidoglio: "I cittadini hanno il diritto, che i 125 ettari dell'area di Tor di Valle siano impiegati per un vero pubblico interesse".

LO SPAZIO PER LO STADIO - Per il Comitato Difendiamo Tor di Valle, il  pubblico interesse riconosciuto in maniera plebiscitaria prima dal Municipio IX e poi dal Campidoglio , non è così eclatante. Al contrario dovrebbe procedere di pari passo col  "Piano Regolatore Generale che lì prevede un Parco Fluviale con attrezzature sportive". Ma la parte preponderante del progetto approdato in Regione, non riguarderebbe nè l'uno nè l'altro caso. "Se veramente vogliono fare lo Stadio – concludono gli attivisti - lo facessero tranquillamente nell'area di Tor di Valle, con le cubature che uno stadio necessita, ma senza pretendere di speculare sul resto". E questo perchè, come gli aderenti al Comitato ripetono da tempo, "Roma abbonda di edifici direzionali vuoti e abbandonati". Ed il Municipio IX, con "le ex Torri delle Finanze, il palazzo ex ENI-DATA, il palazzo ex INPS di viale Beethoven ed il palazzo ex sede della DC di Piazza Sturzo" non sembra farne eccezione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No al Business Park Tor di Valle: "Il territorio è già pieno di centri direzionali vuoti"

RomaToday è in caricamento