Venerdì, 23 Luglio 2021
Altre Torrino / Via di Decima

Da Decima alla Città degli Angeli: Special Olympics vola in America

I 101 Atleti della delegazione italiana di Special Olympics sono stati presentati alle autorità intervenute al Salone d'Onore del Coni. Parteciperanno, con 170 Paesi, ai Giochi Mondiali Estivi di Los Angeles

Finisce in un lungo applauso, la conferenza stampa che Special Olympics Italia, ha organizzato al Salone d'Onore del CONI. L'occasione era di quelle importanti, che capitano infatti soltanto una volta ogni quattro anni. Tanti ne serviranno per partecipare alla prossima edizone dei Giochi Mondiali Estivi, la manifestazione dedicata allo sport per persone con disabilità intellettiva.

DESTINAZIONE STATI UNITI - La sede nazionale in via di Decima è distante appena 23 chilometri, da  Largo Lauro De Bosis, dove si è svolto l'appuntamento odierno. Praticamente nulla, rispetto alla strada che dovranno compiere i 101 Atleti azzurri per raggiungere Los Angeles. Perchè è lì, in California, che dal 25 luglio al 2 agosto saranno chiamati a rappresenterare l'Italia. Un appuntamento molto atteso  dalla squadra azzurra, ed estremamente sentito anche dai padroni di casa: gli Stati Uniti. E' lì infatti che, per un'intuizione di Eunice Kennedy, nacque Special Olympics. E non è quindi  un caso  se nella mattinata, al Salone d'onore del CONI, fossero presenti anche John R. Phillips, Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia ed il Governatore della California Jerry Brown.

VERSO LOS ANGELES - Lunedì si è svolta dunque l'ultima cerimonia ufficiale. Ma il percorso intrepreso da questi 101 Atleti Speciali,  provenienti da 13 regioni differenti, è stato lungo ed emozionante. Negli ultimi mesi sono infatti stati ricevuti da Sindaci, istituzioni regionali e dal Presidente del CONI Malagò. Non v'è dubbio che l'appuntamento più emozionante sia però stato quello con Papa Francesco,  avvenuto poche settimane fa.  Ora, insieme ai  39 Tecnici ed ai tre Delegati , tra gli auguri di Federica Pellegrini,  Mauro Bergamasco eValentina Sensini,  alla squadra italiana non resta che volare verso "la città degli angeli". Lì sarà chiamati a confontarsi  con 7000 Atleti con disabilità intellettiva arrivati da 170 paesi. E per tutti varrà il solito motto, anche oggi recitato da un Atleta Speciale sul finire della conferenza stampa: "Che io possa vincere, ma se non ci riuscissi, che possa tentare con tutte le mie forze". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Decima alla Città degli Angeli: Special Olympics vola in America

RomaToday è in caricamento