rotate-mobile
Altre Eur / Via Alberto Moravia

Papillo: il Municipio vuole lo sgombero e gli occupanti si prendono l'aula

Il Consiglio Municipale, interrotto dagli occupanti del Papillo, sembra coeso nel chiedere lo sgombero “per garantire la legalità e la salute degli occupanti”

In Aula Consigliare si è tornati a discutere del Pacha Mama, la realtà creata dagli occupanti dei casali di via Alberto Moravia, zona Papillo. E lo si è fatto sulla scorta di una mozione, votata all’unanimità in Commissione Patrimonio, portata in aula per l’approvazione definitiva. La votazione tuttavia non si è potuta tenere perché anche l’Aula Consiliare è stata a sua volta occupata.

LA POSIZIONE DELL'OPPOSIZIONE - “Da mesi Fratelli d' Italia denuncia a gran voce, anche attraverso una mozione a nostra firma diretta al presidente Andrea Santoro e con un''interrogazione presentata dal capogruppo in Campidoglio, Fabrizio Ghera, di avviare e procedere allo sgombero e al recupero del casale del Papillo, stabile di proprietà comunale occupato illegalmente da abusivi” scrivono in un comunicato congiunto l’ex Consigliere Capitolino Andrea De Priamo e Simone Sordini, capogruppo di FdI al Municipio IX.

L'OCCUPAZIONE DELL'AULA - “Quanto accaduto stamane nel Municipio IX con l'occupazione dell'aula e' gravissimo – commentano i due - E' stata messa a rischio, infatti, la sicurezza e la liberta' di voto dei consiglieri municipali. Il consigliere doveva votare una mozione approvata in due commissioni, atto che chiede di ripristinare legalita' al casale del Papillo, che da convenzione spetterebbe ai cittadini ed e' invece occupato da centri sociali ed extra comunitari dalla scorsa estate. Gli occupanti hanno disturbato i lavori, insultando sia i cittadini che consiglieri, impedendo di fatto la discussione della mozione – sostengono De Priamo e Sordini -  Auspichiamo che la maggioranza del presidente Santoro non si pieghi a questo ricatto e porti in votazione l'atto così come approvato dalle commissioni in modo da ottenere al più presto il recupero dell''immobile alla sua destinazione come richiesto dai residenti, che peraltro stanno pagando le utenze abusivamente allacciate dagli occupanti”.

LA POSIZIONE DEL CENTROSINISTRA - Altrettanto critica la maggioranza, come si evince dalle parole del Capogruppo PD Giuseppe Contenta."Stamane era in corso il Consiglio municipale incentrato proprio sul problema dell'occupazione del casale Papillo quando alcuni degli occupanti hanno deciso di bloccare i lavori- ricostruisce il Capogruppo subentrato a Paola Vaccari - Si tratta di una manovra ingiustificata perchè il documento in discussione richiede il ripristino delle condizioni di legalità della struttura ora occupata a garanzia sia di Roma Capitale che ancor di più degli occupanti stessi, per poi iniziare un processo di progressivo riutilizzo del bene previ lavori. Le istituzioni- conclude Contenta- non si piegheranno mai alla violenza ed alla sopraffazione soprattutto quando in gioco ci sono i valori di legalità e di tutela della salute dell''uomo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papillo: il Municipio vuole lo sgombero e gli occupanti si prendono l'aula

RomaToday è in caricamento