rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Altre Laurentina / Via Ardeatina

Al Divino Amore passando per l’Appia Antica: il sentiero del Pellegrino diventa green

Mettere in sicurezza il Sentiero del Pellegrino puntando sui fondi per l'Appia Antica. De Juliis (FdI): "I fondi ci sono, il progetto anche. Se si mettono insieme le due cose, si hanno ricadute positive anche in tema di mobilità sostenibile"

C’è un percorso che da quasi un secolo i devoti praticano. E’ il più antico Sentiero del Pellegrino tra quelli presenti nella Capitale e permette di congiungere il centro con l’Agro romano. Partendo da Circo Massimo proseguendo per Porta di San Sebastiano, i fedeli raggiungono via Appia Antica e da lì riescono a raggiungere anche l’Ardeatina. Percorrendo la consolare si arriva infine al santuario mariano del Divino Amore.

UN PERCORSO INSICURO - “Il Sentiero del Pellegrino è particolarmente insidioso nel tratto in cui passa per via Ardeatina. Ricordo che si tratta di una strada che ha pochi marciapiedi, è priva d’illuminazione ed è caratterizzata anche dalla presenza di molti arbusti, che riducono ulteriormente l’accessibilità. Negli anni scorsi poi – fa notare il Consigliere municipale Massimiliano De Juliis (FdI) – non sono mancati gli incidenti che hanno coinvolto i pellegrini”.

PELLEGRINI E TURISTI - Il tortuoso tragitto,  finora non ha scoraggiato i devoti. Tuttavia ha rappresentato un ostacolo allo sviluppo del sentiero anche in chiave turistica. “Negli ultimi anni i percorsi originariamente nati per i pellegrini, sono stati apprezzati anche da camminatori che non seguono percorsi di fede – osserva De Juliis – il Cammino di Santiago ne è forse l’esempio più evidente, ma anche a casa nostra i casi non mancano: su tutti possiamo ricordare la via Francigena o il Cammino di San Benedetto. Allora la questione è, perché non investire sul più antico Sentiero del Pellegrino, visto che gli stanziamenti già ci sono?”

I FONDI - La proposta del Consigliere De Juliis, è stata fatta propria dal gruppo municipale di Fratelli d’Italia, e potrebbe presto passare al vaglio del Parlamentino del IX Municipio. “Chiediamo semplicemente che venga preso in considerazione il percorso già approvato per il Giubileo del 2000. Quindi dall’Appia Antica si proseguirebbe per strade interpoderali, che peraltro hanno una vista bellissima sull’Agro romano e sui Castelli. Dal momento che ci sono 20 milioni di euro stanziati dal Mibact per i cammini religiosi di San Francesco e Santa Scolastica, e che ci sono altri 20 milioni per la valorizzazione dell’Appia Antica, nel suo intero tracciato da Roma a Brindisi, noi chiediamo al Presidente del Municipio d’interfacciarsi con Comune e Regione, per chiedere d’usare parte di quei fondi. Andrebbero utilizzati  per realizzare il Sentiero del Pellegrino già approvato per il giubileo del 2000”. 

LA MOBILITA' SOSTENIBILE - Seguire la proposta di Fratelli d’Italia, comporterebbe miglioramenti anche in altri ambiti. “Non solo pellegrini e turisti potrebbero beneficiarne. I percorsi che con quelle risorse potrebbero essere utilizzati, andrebbero anche a vantaggio della viabilità ciclopedonale, incentivando una mobilità sostenibile da collegare al Grande raccordo anulare delle bici. In definitiva, dal momento che i fondi ci sono ed il progetto pure, si tratterebbe solo di metterli insieme”. I vantaggi sarebbero per pellegrini, turisti e, perché no, anche per i pendolari.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Divino Amore passando per l’Appia Antica: il sentiero del Pellegrino diventa green

RomaToday è in caricamento