EurToday

Via Ardeatina, niente somma urgenza: "la scuola di frontiera" resta con lesioni ed infiltrazioni

Nonostante il verbale dei Vigili del Fuoco, il Municipio IX non ha fatto richiesta di fondi "in somma urgenza" per la manutenzione della scuola Formato. Protestano le opposizioni

Infiltrazioni d'acqua nelle aule del primo e del secondo piano. Lesioni sul solaio sovrastante l'atrio d'ingresso e lungo i muri perimetrali. Il verbale redatto dai Vigili del Fuoco, a seguito di un sopralluogo effettuato l'8 novembre alla scuola Formato, non lasciava dubbi. Bisognava intervenire.

Ignorata la somma urgenza

A distanza di un centinaio di giorni, ancora non sono stati messi a disposizione i fondi per effettuare queste manutenzioni. "I vigili, nel loro verbale, indicavano di seguire la strada della somma urgenza ma i grillini, per una questione ideologica, hanno dichiarato di non volervi ricorrere. Intanto però la scuola continua a versare in quello stato" fa notare il consigliere municipale Massimiliano De Juliis (FdI) a margine di una commissione scuola appositamente convocata.

La scuola di frontiera

La Formato, situata al chilometro 14,400 di via Ardeatina, assolve ad una funzione molto delicata. "E' una scuola di frontiera – spiega il consigliere democratico Alessandro Lepidini – e riceve un ampio bacino di studenti che abitano in posti come Paglian Casale, Spregamore, Palazzo Morgana, Falcognana, il Molino, Santa Felicola, Castel di Leva". Nomi che alla maggior parte dei romani non dicono nulla, ma che rappresentano tantissimi quartieri all'estrema periferia sud della Capitale, non distante dal confine con i comuni di Marino e di Pomezia. "Sono stati fatti gli open day, a cui ha partecipato anche l'astronauta Samantha Cristoforetti, in una scuola lasciata con le transenne, le crepe nei muri ed un cortile solo parzialmente utilizzabile. Poi è chiaro che anche la percezione degli studenti che la frequentano - fa notare Lepidini - finisce col risentirne".  E forse non è un caso se, la Formato, sia finita anche al centro d' una contestata operazione di dimensionamento scolastico.  

In pressing per sistemare la scuola

I suoi iscritti sono diminuiti. I genitori preferiscono prendere l'auto per accompagnare i figli in scuole che sono situate anche in quartieri distanti. Il rilancio dell'istituto di via Ardeatina 1274 è quindi sempre più necessario. Eppure è fermo al palo, nonostante il pressing delle istituzioni locali. "Ho presentato un'interrogazione al presidente per sapere chi, come e quando ha fatto richiesta dei fondi per sistemare le lesioni e le infiltrazioni descritte dai Vigili del Fuoco" segnala Alessandro Lepidini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fondi esistenti e gli interventi da fare

Sempre nell'ottica di rilanciare la scuola di Falcognana, ci sono altri interventi che potrebbero essere portati a compimento. "Per mettere in sicurezza il piazzale antistante e per migliorare il sistema di raccolta delle acque meteoriche – segnala Massimiliano De Juliis (FdI) – da anni esiste un fondo di 120mila euro, ma non si riesce ancora a spenderli. Invece per l'adeguamento anticendio ci sono circa 500mila euro che, anche in questo caso, non sono ancora stati utilizzati. La gara è stata fatta, ci hanno riferito in commissione Scuola, ma ancora non è stata aggiudicata". Tante questioni che stanno sul tavolo e che potrebbero contribuire al rilancio della "scuola di frontiera". Resta da comprendere con quali tempi si provvederà a realizzarli. Posto che il M5s non vuole ricorrere alla somma urgenze, è necessario ottenere i fondi per riparare le lesioni registrate dai Vigili del Fuoco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento