Martedì, 28 Settembre 2021
Altre Laurentina / Via Ardeatina

Raccolta fondi al Divino Amore: tra i fornelli arrivano gli studenti dell'alberghiero di Amatrice

Chef e studenti dell'Istituto Alberghiero di Amatrice, impegnati in cucina per raccogliere fondi. L'iniziativa si svolgerà ad un mese dal sisma. Calzetta: "Resteremo vicini alle famiglie colpite dal sisma anche nei prossimi mesi"

Al Santuario del Divino Amore, sabato 24 settembre è stata organizzata una raccolta fondi speciale. L’iniziativa, che si svolgerà presso la sala del laghetto, consentirà di manifestare la propria solidarietà alle vittime del terremoto che ha colpito, un mese prima, il centro Italia. Per farlo, sono arrivati in via Ardeatina gli studenti e gli chef dell’Istituto alberghiero di Amatrice. A loro il compito di cucinare la celebre pasta, che potrà essere acquistata con un’offerta. 

“L’istituto alberghiero di Amatrice è una scuola riconosciuta a livello internazionale da tutte le istituzione ma anche dalle aziende del settore. I ragazzi che si diplomano da noi – ha spiegato Fabio D’Angelo, il dirigente scolastico -  sono formati in modo professionalmente eccellente e saranno coloro che cucineranno in tutto il mondo i nostri prodotti tipici. Purtroppo attualmente siamo stati trasferiti a Rieti e tutte le iniziative come questa che danno un valore aggiunto a quanto si sta già facendo sono enormemente positive”. 

GLI ORGANIZZATORI - L’iniziativa, organizzata dallo Sportello del Cittadino, dalla Proloco Divino Amore e dalla Coop Agricola Divino Amore, consentirà di “devolvere l’intero ricavato per le necessità di quei luoghi”. Si registrano già segnali positivi.  “Siamo molto contenti perché stiamo riscontrando una grande mobilitazione intorno a questa iniziativa – dichiara Agostino Ferreri Presidente della Cooperativa Agricola Divino Amore - speriamo che arrivino tante persone che attraverso una piccola offerta potranno contribuire alla ricostruzione di Amatrice”.

LA PROMESSA - “A distanza di un mese esatto dal terremoto del 24 agosto – aggiunge  il Presidente dell’Associazione Sportello del Cittadino Pasquale Calzetta -  si è voluto organizzare questo importante evento per ricordarci di non dimenticare. Il nostro compito è quello di continuare a stare vicino a queste persone che hanno subito un immane trauma con la perdite delle loro case e dei loro familiari. Questa iniziativa – promette Calzetta –  non sarà l’unica ma continueremo anche nei prossimi mesi a sostenere queste popolazioni”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta fondi al Divino Amore: tra i fornelli arrivano gli studenti dell'alberghiero di Amatrice

RomaToday è in caricamento