menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mostre e spettacoli: i Pupi Siciliani conquistano l’EUR

Al Museo Nazionale di Arti e Tradizioni popolari una mostra ed uno spettacolo con i pupi siciliani, dal 2001 patrimonio culturale dell’umanità. Le marionette armate sono riprodotte seguendo scrupolosamente un'antica tradizione orale

L’amore dei due eroi, Orlando e Rinaldo, per la bella principessa Angelica. Gli  epici combattimenti tra i paladini di Carlo Magno difensori della fede cristiana, e gli infedeli saraceni. L’immortale tradizione dei pupi siciliani, arrivano al Museo Nazionale di Artie e Tradizioni popolari dell’EUR.

LO SPETTACOLO - Da giovedì 20 a sabato 22 marzo, lo spettacolo “Duello d’amore di Orlando e Rinaldo per amore di Angelica”, sarà rappresentato nel Salone d’Onore del Museo di Piazza Guglielmo Marconi. “Una bellissima iniziativa – ci scrive l’Assessore alla Cultura Laura Crivellaro – che nasce dalla collaborazione tra il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni popolari ed il Museo Internazionale delle Marionette “Antonino Pasqualino” di Palermo. Un’opera, quella dei pupi siciliani, antica ed attuale. Regionale ed internazionale. Dal 2001 considerata dall’Unesco “tra i 19 capolavori del patrimonio orale e immateriale dell’umanità”.

LA MOSTRA -  Un’occasione importante per riscoprire una tradizione secolare, quella delle “marionette armate” , realizzate grazie a tenaci operatori che le hanno riprodotte scrupolosamente seguendo una centenaria trasmissione orale.  La mostra “I cavalieri della memoria”sarà allestita al Museo Nazionale di Arti e Tradizioni popolari fino a domenica 23 marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento