EurToday

"A Mostacciano tutti i pini sono pericolosi. Quello caduto era stato monitorato"

L'assessore all'ambiente del Municipio suggerisce di tagliarli tutti

La caduta di un pino, in un quartiere come Mostacciano, non rappresenta una novità. Neppure quando a farne le spese sono le auto che vi sono parcheggiate sotto. Forse non è un caso che, il monitoraggio capitolino delle alberature d'alto fusto, sia partito proprio da qui. Tuttavia, sebbene non rappresenti una novità, costituisce comunque un motivo di forte apprensione. Anche perchè, stando alle notizie trapelate sull'albero caduto giovedì scorso, il pino non aveva dato alcun segno di cedimento.

Non presentava elementi di instabilità

Sulla salute del pino, si è pronunciato l'assessore all'ambiente del Municipio IX. “Il tecnico del dipartimento – fa sapere Antonini –  riferisce che l'albero caduto ieri ancora non era stato censito ma solo monitorato e non presentava elementi di instabilità. Dopo la caduta ha mostrato un apparato assolutamente insufficiente a sostenere la pianta – sottolinea l'assessore all'ambiente – dopodichè osservando sia la buca che la parte della ceppaia esposta, non si vedono radici tagliate di recente,  per cui la caduta è probabilmente dovuta all'apparato radicale insufficiente. Ora la perizia ci dirà se ci sono state cause occulte, come ad esempio infezioni fungine non rilevabili se non con analisi delle radici".

l dati sui monitoraggi

Le informazioni diffuse dall'assessore all'ambiente del Municipio IX, non hanno contribuito a rasserenare gli animi. "Da tempo chiediamo all’Assessore i risultati del fantomatico monitoraggio partito a luglio nel nostro quartiere – osserva Fabio Cavataio, residente ed esponente locale di Fratelli d'Italia – queste informazioni sono importanti, perchè ci aiutano a capire cosa e come sia stato finora fatto. Ma purtroppo ad oggi non ci è pervenuto nulla – sottolinea Cavataio – Pur comprendendo le difficoltà tecniche, ritengo che a fronte dei rischi per l'incolumità dei cittadini, si debba procedere d'urgenza perchè quello che è successo in via Beata Vergine del Carmelo è gravissimo e se ad oggi non abbiamo dovuto contare qualche vittima – ha osservato Cavataio – è solo per pura casualità".

Tutti potenzialmente pericolosi

Il problema purtroppo esiste. Ed infatti nel quartiere, già nel corso di passate consigliature si era assistito al taglio radicale dei pini. Un'opzione che neppure un ambientalista convinto come l'assessore Antonini può pensare di scartare. "Da tempo sostengo che i pini di Mostacciano debbono essere tutti eliminati. Piantati prima della costruzione del quartiere, hanno subito nel tempo tali e tante offese da essere comunque potenzialmente pericolosi. Inoltre l'habitat così profondamente modificato ha fatto sì che le piante oggi si trovino in una situazione assolutamente non idonea alla specie. A mio avviso i tempi sono idonei per aprire un dibattito cittadino sul tema, viste anche le posizioni nettamente contrarie". A Mostacciano questo dibattito, condotto soprattutto sui social network, è già partito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento