EurToday

Municipio IX, il bilancio dopo gli incendi: “I danni più gravi al Fosso della Cecchignola”

Gli incendi di venerdì 7 hanno messo a dura prova le aree verdi del Municipio IX. Antonini: "Colpita la riserva dell'Acqua Acetosa Ostiense e soprattutto il Fosso della Cecchignola". Forza Italia intanto prepara le carte per un esposto in Procura

L'incendio di venerdì 7 nel Fosso. Foto di Carla Canale

Un venerdì di fuoco. Il giorno dopo gli incendi che hanno funestato le aree verdi del Municipio IX, è tempo di bilanci. A farne le spese, questa volta, compaiono la Riserva dell’Acqua Acetosa Ostiense ed il Fosso della Cecchignola. Due polmoni verdi ai quali i residenti risultano essere molto legati e per i quali, negli anni, si è spesso chiesto una maggiore valorizzazione.

Le due aree colpite

“Purtroppo la Riserva è stata colpita sia nell’area archeologica, che è bruciata per intero. Poi sono rimasti colpiti anche la parte del Fosso di Vallerano e quello delle colline che sorgono intorno alla vecchia sorgente dell’acqua minerale, fin quasi sotto l’abitato – spiega Marco Antonini, assessore all’ambiente del Municipio IX – al Fosso della Cecchignola invece è andata ancora peggio. E’ andato quasi completamente distrutto – incalza Antonini, già presidente del WWF Lazio – lì purtroppo sono bruciati dei grossi olmi, piuttosto rari per dimensioni, ed il fosso ripariale della Cecchignola. E’ un vero peccato perché, su istanza delle realtà associative del territorio, stavo preparando la richiesta alla Regione per farlo eleggere come monumento naturale”.

Il Fosso della Cecchignola

E' stata una giornata terribile che non sembrava terminare mai – racconta Luca Santolamazza, portavoce di AttivaMente Cecchignola –  in mattinata c'è stato un incendio al Fosso, in serata un altro ancora, vicino la torre romana. Avvisati dal Comitato di Quartiere di Fonte Meravigliosa, siamo scesi con taniche e secchi d’acqua per provare a spegnerlo – racconta Luca Santolamazza, portavoce di AttivaMente Cecchignola – poi sono arrivati i Vigili del Fuoco ed hanno provvuto loro. Purtroppo - commenta Santolamazza - abbiamo trovato dei mucchietti di legna lasciati qua e là e questo lascia pensare che, quest'ultimo incendio, sia stato appiccato anche con una certa cura”. Un duro colpo per le tante realtà del territorio che da anni si battono per valorizzare l'area, organizzando eventi come l'Oktoberfest Cecchignola. Il  sogno di trasformarlo in un parco cittadino, deve ora pagare il dazio degli incendi di questi giorni.   “Nel pomeriggio di venerdì siamo andati a fare un sopralluogo al Fosso, ed abbiamo visto che i danni al bosco d’alto fusto sono stati  tutto sommatolimitati. Diciamo che è andata un po' meglio di quanto ci si aspettasse” ha spiegato Santolamazza. 

Le accuse dell'opposizione

Gli incendi che stanno sconvolgendo la Capitale ed il Nono Municipio, infiammano anche la contrapposizione politica. Sugli scurdi Forza Italia, il cui coordinatore e capogruppo romano Davide Bordoni fa sapere di non avere “più nessuna intenzione di avallare il lassismo dei 5 Stelle nei confronti di una vera e propria situazione di emergenza ambientale. Il verde della Capitale brucia ogni giorno perché non c'è stata manutenzione” . Bordoni punta l'indice sul fatto che  "una cura costante del verde non c'è mai stata” . Inevitabile quindi ricordare come, “il tanto atteso bando da 9 milioni per sfalci e potature, è stato sospeso perché non conforme al Codice degli appalti”.  A fronte di questa situazione, parchi, aiuole e giardini bruciano. “Lo stiamo ripetendo da mesi, bastava una manutenzione del verde per evitare di arrivare a questo punto - incalza Bordoni - Ancora una volta stanno dando prova di totale inesperienza gestionale dell'amministrazione pubblica. ma abbiamo intenzione di andare fino in fondo" promette il capogruppo di Forza Italia che, sulla sospensione “a data da destinarsi” del maxi bando su sfalci e potature, annuncia: “Stiamo già preparando un esposto da mandare in Procura” .


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento