menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area interessata dal progetto urbanistico

L'area interessata dal progetto urbanistico

Santa Palomba, l'arrivo di altri quattromila abitanti spaventa il Municipio IX

La commissione urbastica del Municipio IX rileva le criticità nel progetto di housing sociale annunciato nel 2018 dalla Sindaca. Mancuso: "Non vanno bene palazzi di sette piani in una zona carente di servizi"

Novecentocinquanta alloggi per quattromila abitanti. Il programma integrato d'interventi previsto a Santa Palomba, sul confine del Municipio IX, preoccupa l'ente di prossimità. Mercoledì 20 novembre la commissione Urbanistica, presieduta dall'ex grillino Paolo Mancuso, ha affrontato la questione.

Dall'urbanistica arriva la bocciatura

"Abbiamo ricevuto il vicesindaco, l'assessore all'urbanistica ed il comitato di quartiere di Albano - ha raccontato Mancuso - ed anche i residenti di Pavona. C'è in effetti una forte apprensione per un progetto che affonda le sue origini nel 2010 e che si presenta con evidenti criticità. Ci hanno mostrato rendering con palazzi alti sette piani in un'area destinata ad ospitare migliaia di residenti. Non posso che essere contrario ad un intervento di questo tipo" ha dichiarato il presidente della commissione urbanistica municipale.

L'housing sociale di Santa Palomba

Il progetto Santa Palomba "città dinamica" prevede la realizzazione di edifici con la formula dell'housing sociale. Ci andranno a vivere persone con redditi troppo alti per accedere agli alloggi di edilizia popolare ma che, comunque, faticano ad accedere agli elevati affitti previsti dal mercato immobiliare.  A Santa Palomba, su terreni solo in parte di proprietà comunale, veerrebbero quindi costruiti palazzi da assegnare in locazione calmierata per 15 anni, il 30% dei quali potranno essere poi riscattati in edilizia convenzionata.

Una viabilità complicata

Sul piano della mobilità, il progetto urbanistico annunciato nel 2018 da Raggi e Montuori, prevede il ricorso alle navette per collegare i residenti alle stazioni ferroviarie della zona. Chi invece dovesse optare per uno spostamento con il mezzo privato finirebbe invece per percorrere via Ardeatina e via della CAncelleria, strade non adatte ad ospitare grossi volumi di traffico.

Un insediamento a rischio d'esclusione sociale

"E' un modello urbanistico fallimentare - ha commentato Alessandro Lepidini, consigliere democratico del Municipio IX - portare quattro o cinquemila persone in un'area priva di servizi, andando a consumare ancora l'agro romano con palazzine di sette piani, non è accettabile. Anche perchè, così facendo, si rischia di costruire aree a forte rischio di esclusione sociale". Di diverso avviso era però stata la Sindaca che, nell'annunciare il programma d'interventi su Santa Palomba, aveva dichiarato: "Mille abitazioni 'sociali' a Santa Palomba, Raggi: "Sarà un nuovo modo di abitare"
Progetti come questo sono importanti per ripensare la società in chiave di resilienza, ovvero la possibilità di sopravvivere ai cambiamenti e sapersi rigenerare". La resilienza, in un quadrante così periferico, non ha pero convinto la commissione Urbanistica del Municipio IX.

 

Potrebbe interessarti: https://www.romatoday.it/politica/nuove-case-santa-palomba.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento