EurToday

Falcognana, da giorni l'aria è irrespirabile: "Sembra di stare a Malagrotta"

Nella periferia del Municipio IX segnalate insolite puzze. Lepidini (PD): "La situazione va approfondita, l'odore è stomachevole. Bisogna coinvolgere l'Arpa"

Un odore acre, da giorni, sta pervadendo la campagna romana. Lungo la via Ardeatina, nei quartieri più periferici del Municipio IX, vengono segnalati miasmi, soprattutto nelle ore serali.

Un problema ciclico

"E’ un fatto che si ripete e già oggetto in passato di verifiche: ogni anno in questa stagione, corrispondente alla raccolta delle olive, iniziano i problemi" ha raccontato  il consigliere municipale Alessandro Lepidini (PD). L'odore descritto, fortemente acido, viene paragonato a quello che si percepisce in presenza di una discarica.

Falcognana come Malagrotta

"Senza esagerazioni, sembra di stare a Malagrotta" ha commentato Lepidini. E' un'analogia forte, per un territorio che è abituato all'aria salubre della campagna. "Bisogna verificare da dove vengono questi miasmi. La puzza, fuori da ogni metafora, nella serata di martedì 22 si è fatta letteralmente da voltastomaco. E mi risulta che lo stesso problema sia stato ravvisato anche a Castel di Leva", quindi a diversi chilometri di distanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I necessari controlli

Il mistero sulle puzze che appestano i quartieri periferici del Municipio IX non è ancora stato chiarito. "Nella mattinata di mercoledì 23 ho fatto richiesta di controlli al reparto tutela ambientale della Polizia Locale ed intendo coinvolgere anche Arpa Lazio perchè la situazione va approfondita in maniera puntuale"  ha dichiarato Lepidini. Il ripresentarsi di queste puzze nella stagione in cui si raccolgono le olive, offre uno spunto di riflessione. Dal Comitato di quartiere è stata avanzata l'ipotesi che sia "sansa", ovvero il residuo di polpa, buccia e nocciolo che rimane dopo la spremitura delle olive. Di certo il mistero va risolto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento