Martedì, 22 Giugno 2021
Altre Laurentina / Via Alberto Moravia

Eur-Papillo: chiesto l’annullamento del Punto Verde Qualità

Votato in Consiglio Municipale un documento che chiede non solo di stralciare i casali dal Punto Verde Qualità per destinarli ad uso pubblico, ma anche di eliminare direttamente il progetto di PVQ

No al Punto Verde Qualità in zona Papillo. Il Consiglio Municipale vota all’unanimità dei presenti, un documento che, almeno nelle intenzioni del parlamentino di via Silone, mette il punto a possibili speculazioni nella zona. Si parte da una ricostruzione dell’iter che ha portato all’individuazione del PdZ Acqua Acetosa Ostiense come adatto a realizzarvi un Punto Verde Qualità di 120mila mq.

LE STRUTTURE PREVISTE - Un progetto che prevedeva “palestra, piscina con copertura mobile, bowling, circolo ippico, campo di calcio, calciotto – leggiamo nella risoluzione -  6 campi da calcetto ed altrettanti da tennis, campo pratica per il Golf, attrezzature sociali e commerciali, spazio animazione bambini al coperto”. Ovviamente non poteva mancare il “ ristorante – ma anche un  - alloggio per il  custode una stazione ecologica e due aree per animali da 3000 mq”.

LA DESTINAZIONE PUBBLICA DEI CASALI - Un progetto faraonico, contro il quale si sono battuti, tra i primi, gli occupanti del Pachamama, uno dei Casali dell’Ara in esso compresi. Ma non solo loro.  A  prescindere dagli schieramenti politici, anche il Consiglio s'è mostrato compatto. Ed all'unanimità ha deciso di“ impegnare il Presidente del Municipio IX e gli assessori competenti a verificare la percorribilità Tecnico – Giuridica di un percorso volto allo 'stralcio' dell’area dei Casali di Via A. Moravia dal P.V.Q”. L’obiettivo, successivamente espresso, è quello di destinare i “Casali del Papillo ad uso pubblico, ad esempio scolastico e sanitario (Asilo e Centro Alzhaimer) e comunque non ad uso abitativo”.

L'ELIMINAZIONE DEL PVQ - La mozione, grazie ad un emendamento proposto dal Movimento 5 Stelle ed appoggiato da tutti i consiglieri presenti, si conclude con un ulteriore ed ancor più significativo passaggio. Al Presidente Santoro ed agli assessori competenti, viene infatti demandato anche di farsi portavoce del Consiglio per “chiedere l’adozione del provvedimento volto all’annullamento del progetto  del Punto Verde Qualità, denominato Piano di Zona Acqua Acetosa Ostiense”. Adesso la palla passa al Comune. La partita per salvaguardare il verde del Papillo  e del parco Acqua Acetosa Ostiense, si giocherà quindi in Campidoglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eur-Papillo: chiesto l’annullamento del Punto Verde Qualità

RomaToday è in caricamento