menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

EUR: cinque mosse “per chiudere l’epoca dei cantieri”

Il Presidente Santoro annuncia le iniziative per “restituire decoro al quartiere e porre fine all’epoca dei cantieri”: nuova Ztl, mobilità sostenibile, codice del decoro, perdonalizzazioni e codice del decoro

Da fiore all’occhiello del Municipio IX, il Pentagono nel corso degli ultimi anni ha vissuto momenti difficili. La prostituzione dilagante, i tanti cantieri aperti, spesso con incerti destini. L’utilizzo quantomeno improprio delle aree verdi. Tanti fattori che, nell’insieme, hanno ridimensionato l’appeal del quartiere. Il Presidente Santoro ha però annunciato un piano in cinque mosse, a suo dire in grado di rilanciarlo. Un progetto che si avvarrà di “una cabina di coordinamento con Eur Spa, soprintendenza, Polizia locale, associazioni commercianti e albergatori per condividere un cronoprogramma di interventi che andranno a definire azioni legate alla lotta al degrado, alla promozione territoriale, al decoro”. Il tutto sotto il logo “Eur 2015, l’opportunità di Roma”.

LE CINQUE MOSSE - “Saranno 5 azioni concrete – spiega il minisindaco – per ridare decoro al quartiere e candidarlo ad essere l’hub capitolino per l’Expo 2015 di Milano: una nuova Ztl con un sistema di parcheggi controllati per combattere la prostituzione, il fenomeno dei parcheggiatori abusivi e riorganizzare i flussi del traffico veicolare in vista dell’apertura della “Nuvola”; un nuovo codice del decoro per mercati, gazebo e chioschi che avrà una linea architettonica unica con l'utilizzo di forme e materiali riconoscibili e stop ai mercatini di biancheria intima e prodotti igienici per la casa; l’Eur sarà il quartiere della mobilità sostenibile con il parcheggio della metro Eur Palasport che diventerà l’hub destinato al noleggio e ricarica di mezzi elettrici e le pedonalizzazioni del “Quadrato della concordia” a ridosso del Palazzo della Civiltà Italiana e Viale Europa la domenica in via sperimentale; una card “Vivieur”, particolarmente utile per lo sviluppo del turismo congressuale, per mettere in rete l'intero sistema museale del quartiere, le realtà di intrattenimento, i locali, le attività commerciali ed i complessi alberghieri; una nuova impiantistica di illuminazione pubblica con pali “intelligenti” (free wi-fi/telecamere) e luce a led, che, attraverso l'utilizzo di gradazioni di colore adattabili all’ambiente, esalterà le tonalità cromatiche del quartiere e lo renderà immediatamente riconoscibile”.

L'EPOCA DEI CANTIERI - “Sono 5 proposte concrete – conclude Santoro - su cui stiamo lavorando dall’inizio del mandato. Per me era importante chiudere l’epoca dei cantieri ma soprattutto quella del disordine, del ‘brutto’. Tutto questo scegliamo di farlo per legare le nuove funzioni del quartiere previste nel 2015 come la Nuvola, il Luneur, l’Acquario con un assetto del quartiere ordinato e di qualità. Vogliamo che il 2015 possa essere per l’Eur l’anno del cambiamento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento