Venerdì, 30 Luglio 2021
Altre Eur

Dal municipio IX la rivolta dei piani di zona: "Abbiamo diritto di conoscere il valore delle nostre case"

Centinaia di persone hanno manifestato all'Eur per "il diritto a vendere casa". A guidare la protesta il Coordinamento dei CdQ del IX Municipio: "Tronca deve firmare una delibera che consenta ai proprietari di affrancarsi dal vincolo del prezzo massimo di cessione"

Centinaia di cittadini hanno manifestato davanti al Dipartimento Urbanistica di Roma Capitale per il "diritto a vendere casa". In tanti si sono dati appuntamento per chiedere di risolvere un problema spinoso. Da Fonte Meravigliosa a Spinaceto, passando per Fonte Laurentina e Torrino, la questione riguarda una decina di Piani di Zona nel solo Municipio IX. Ma sono più di cento in tutta Roma.

LA NORMA DA CHIARIRE - "Chiediamo a Tronca di firmare la delibera. Bisogna svincolare il prezzo massimo di cessione degli appartamenti di Edilizia Residenziale Pubblica, realizzati nell'ambito dei Piani di Zona” annuncia Carla Canale, segretario del coordinamento dei CdQ del IX Municipio. "La vicenda è scoppiata con Casal Brunori ed ora la Cassazione ha sancito che il Comune di Roma è l’unico a non aver applicato la norma. Questo significa che finora la vendita al privato è avvenuta senza affrancazione”. Il che equivale a dire che, chi ha acquistato ad un prezzo di mercato, se non si mette mano alla norma, dovrà invece  rivendere ad un prezzo calmierato. Di conseguenza si chiede al Comune di stabilire l’importo che deve esser pagato “per sottoscrivere una convenzione integrativa in grado di sostituire quella precedente, che era tra costruttore e Comune di Roma".

UNA QUESTIONE DA CHIARIRE - Il problema è serio. "La situazione adesso è incerta perchè la delibera di Tronca ha bisogno di essere perfezionata. Vanno indivudati i reali valori alla base del calcolo per poter svincolare e vendere a libero mercato il proprio immobile – spiega l’Assessore all’Urbanistica del Municipio IX - E’ una decisione che ogni libero cittadino deve poter prendere, ma può farlo solo nel momento in cui sono chiari i numeri in gioco”.

UN PROBLEMA DIFFUSO - “Stiamo parlando del 40% della superficie realizzata nel nostro territorio – osserva il Presidente della Commissione Urbanistica del Municipio Manuel Gagliardi – oggi nessuno può vendere o comprare in maniera chiara e così si mettono in difficoltà tantissime famiglie. L’attuale delibera di Tronca ha imboccato in maniera maldestra una strada che per troppi anni non è stata affrontata. Ed ora serve chiarezza”. Anche perché, sottolinea l’Assessore Stefano Michelato "le famiglie che hanno sottoscritto un mutuo, adesso non sanno più quale sia il reale valore dell’immobile. Bisogna fare chiarezza – conclude l’Assessore – e va fatta subito".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal municipio IX la rivolta dei piani di zona: "Abbiamo diritto di conoscere il valore delle nostre case"

RomaToday è in caricamento