Altre Torrino / Via di Decima

Centro d'accoglienza Torrino, D'Innocenti tranquillizza i residenti: "Situazione monitorata"

Presentata in Campidoglio un'interrogazione, il gruppo consiliare di Fratelli d'Italia chiede una seduta straordinaria sul centro di accoglienza del Torrino. Il Minisindaco replica tranquillizzando i residenti

La presenza di un secondo centro d’accoglienza nel quadrante compreso tra Torrino e Mostacciano, è arrivata anche all’attenzione del Campidoglio. “Ho fatto un accesso agli atti e presentato un’interrogazione” fa sapere il Consigliere comunale Andrea De Priamo (FdI). Contestualmente, si è mosso anche il gruppo municipale di Fratelli d’Italia.

LE RICHIESTE D'INFORMAZIONI - “Un numero imprecisato di migranti sono stati trasferiti sul territorio del Municipio Roma IX Eur in due diversi stabili, a Mostacciano e ad Eur Torrino, a pochi passi di distanza e senza alcun preavviso alla cittadinanza” hanno ricordato attraverso una nota i Consiglieri Cuoci, De Juliis e Sordini. “La contemporanea presenza di più strutture con la stessa destinazione d’uso rischia di aggravare le condizioni di sostenibilità di un quadrante già afflitto da numerose criticità e per questo ci piacerebbe conoscere quali sono state  le procedure autorizzative ed i pareri in merito” chiedono i tre, che aggiungono di aver “protocollato una richiesta di consiglio straordinario sul tema”. I Consiglieri di Fratelli d’Italia hanno poi aggiunto: “Non è ammissibile che chi ha fatto della propria bandiera la trasparenza cali sulla cittadinanza problematiche cosi delicate e senza preavviso”.

LA REPLICA - Il Presidente del Municipio IX Dario D’Innocenti, ha commentato la notizia. “Non siamo stati informati anticipatamente della volontà di mettere questo centro per richiedenti asilo – ha premesso il Minisindaco – comunque ho acquisito informazioni. Mi sentirei innanzitutto di rassicurare i residenti del fatto che la situazione è del tutto sotto controllo. Parliamo di persone che ci tengono ad ottenere lo status di rifugiati politici e quindi, mi è stato spiegato, hanno tutto l’interesse a comportarsi bene”.

SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO - Sugli ospiti del Residence Eur Torrino, D’Innocenti aggiunge che “sono 79 persone, provenienti da paesi del Centroafrica come il Camerun e la Sierra Leone. E di solito puntano ad ottenere lo status, per poi  raggiungere i paesi del Nord Europa. Per quanto riguarda la loro presenza lì, è gestita da una cooperativa che ha vinto un bando diffuso dalla Prefettura di Roma. Invece, per quanto riguarda il centro, la sua attività di controllo è demandata al Commissariato di Spinaceto” conclude il Presidente, prima di ribadere che “non ci sono stati segnalati problemi e gli ospiti, per le ragioni indicate, non dovrebbero proprio essere intenzionati a crearli”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro d'accoglienza Torrino, D'Innocenti tranquillizza i residenti: "Situazione monitorata"

RomaToday è in caricamento