EurToday

Fonte Laurentina: c’è un’ultima spiaggia per la Terra dei Sogni

All'Avvocatura capitolina sarà chiesto di verificare la possibilità di assegnare il casale di Fonte Laurentina ad una realtà di promozione sociale come La Terra dei Sogni

Non tutto è perduto. Il progetto legato alla creazione di una fattoria sociale per disabili in zona Fonte Laurentina, potrebbe non essere naufragato. E non solo perché il Municipio ha fatto sapere di essere intenzionato a destinare il casale Berardinelli per questa soluzione. Ma anche perché, forse, esiste una norma in grado di garantire questa possibilità.

IL LUNGO BRACCIO DI FERRO - La vicenda della Terra dei Sogni, ovvero della fattoria sociale, è stata studiata anche dal Movimento Cinque Stelle. “Dopo che il Consiglio del IX Municipio aveva dato mandato agli uffici capitolini di trovare una soluzione per regolarizzare, in tempi brevi, l'assegnazione del casale di Fonte Laurentina – scrivono in una nota la Capogruppo Agnello e il Consigliere Mannarà –  il Presidente del IX Municipio Andrea Santoro, ha sospeso l'assegnazione diretta all'associazione 'La Terra dei Sogni'. Sono passati 6 mesi da quel Consiglio municipale e i ‘tempi brevi' sappiamo essere governati dalla burocrazia. Tanti denari sono stati spesi, molte persone attendono la fattoria e il ricorso al TAR del Lazio - ricordano i due Consiglieri - dice che a rimetterci economicamente potrebbero essere anche le casse comunali”.

IL DANNO ECONOMICO -  Il ricorso, annunciato nel corso di una conferenza stampa dalla Consulta della Disabilità, è stato motivato dal fatto che la Terra dei Sogni, dopo l’assegnazione ottenuta dal Municipio nel 2011, ha speso consistenti somme per lavori di recinzione e ristrutturazione. “Il danno economico è certo – valutano i due Consiglieri grillini – ora spetta al tribunale amministrativo decidere se ad averlo sarà l'Associazione o Roma Capitale”. Ma come si accennava, sembra aprirsi uno spiraglio.

L'ASSEGNAZIONE DIRETTA - Il Movimento 5 Stelle, fa sapere che il “danno economico”potrebbe però essere evitato  “attraverso una consulenza giuridico-legale di un pool di giuristi specializzati che dovrà - oltretutto - rappresentare e difendere l'Amministrazione. Prepareremo una mozione per dare mandato all'Avvocatura che studi l'accaduto dal 2011”. La novità, forse l’ultima speranza per la Terra dei Sogni, arriva nella dichiarazine segue,te “All’Avvocatura daremo mandato di valutare anche la possibilità di procedere all'assegnazione in applicazione della Legge n. 383 del 2000 che – spiegano Agnello e Mannarà – permette di concedere in comodato beni mobili ed immobili di proprietà della pubblica amministrazione, non utilizzati per fini istituzionali, alle associazioni di promozione sociale quale è la Terra dei Sogni”. Sarà la fine di un incubo? Difficile stabilirlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento