Lunedì, 21 Giugno 2021
Civitavecchia

Tidei al fianco dei tirocinanci del Tribunale di Civitavecchia

Il primo cittadino della città portuale scrive al presidente della Regione Lazio Renata Polverini: “È necessario attivare un percorso che possa prolungare il loro fattivo impiego”.

Dopo le proteste e le manifestazioni dei tirocinanti della giustizia, delle settimane scorse, anche davanti Montecitorio, per il “riconoscimento dei diritti e dei percorsi di stabilizzazione dei lavoratori e per difendere il funzionamento della giustizia”, sostenuti anche dalle organizzazione sindacali, scende in campo anche il sindaco Tidei. E scrive al presidente della Regione Lazio Renata Polverini.

“Nel corso di questi mesi tirocinanti e cassintegrati impegnati nel “tirocinio formativo” presso il Tribunale di Civitavecchia hanno acquisito competenze importanti e finito per avere un ruolo essenziale, determinante nell’organizzazione del lavoro a Palazzo di Giustizia. La loro astensione di protesta – scrive Tidei – ora e la fine dei periodo di tirocinio prevista per i prossimi mesi avvia a fatale collasso le attività del Tribunale. Credo sia necessario a questo punto attivare un percorso che possa prolungare il loro fattivo impiego, un cammino che non escluda l’orizzonte ultimo di una stabilizzazione di questi lavoratori, considerata la loro situazione lavorativa”. Motivo per cui, il Comune è pronto a scendere in campo.

Primo colpo da mettere a segno: “Un incontro tra il Ministero competente, la Provincia di Roma e la Regione Lazio affinché si rinnovi l’accordo quadro per quanto concerne la cassa integrazione e la mobilità”. Ma non è tutto. “Questa amministrazione – conclude Tidei – andrà anche oltre, finanziando per tutto il prossimo anno, l’ammontare del tirocinio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tidei al fianco dei tirocinanci del Tribunale di Civitavecchia

RomaToday è in caricamento