Civitavecchia Civitavecchia / Via Terme di Traiano

Tirocinanti della giustizia e cassintegrati di Hcs, è polemica

Tidei avrebbe intenzione di impiegare i cassintegrati di Hcs all'interno del palazzo di giustizia. Perello e Gatti: "E gli attuali tirocinanti?". Dal Pincio: "Obiezioni vacue"

Impiegare i cassintegrati di Hcs all'interno del palazzo di giustizia. Potrebbe essere un'idea. Ma la domanda che sorge nel cuore di chi ad oggi continua a battersi, alla ricerca di risposte certe sul proprio futuro lavorative, è: e i tirocinanti della giustizia che fine faranno?

Non si può certamente pensare di salvare qualcuno a discapito di qualcun altro. È lo stesso pensiero formulato dal consigliere d'opposizione Daniele Perello e dall'esponente della Rete dei cittadini Alessio Gatti. "Tidei con le sue dichiarazioni - tuonano - rischia di scaldare animi e scatenera una guerra tra persone in difficoltà". E se da una parte chiedono garanzie per il futuro di queste persone, dall'altra propongono la soluzione: "La costituzione di un tavolo dove portare idee concrete e coinvolgere le forze economiche e imprenditoriali di questa città".

"Vacue obiezioni" accolte con "stupore" dall'Amministrazione che "invita la strana coppia a girare tali obiezioni e preplessità all'assessore regionale al lavoro Zezza e all'amministrazione Polverini che ha fin qui impedito ogni intervento, rifiutandosi di rinnovare il tirocinio". E da palazzo del Pincio si dicono "pronti ad intervenire con 90 mila euro per integrare le somme percepite e giungere a un decoroso stipendio, così come già fatto dalla Provincia".

"In più l'amministrazione è impegnata al suo massimo livello - spiegano - attraverso il sindaco Tidei a favorire politicamente presso il Ministro Severino la domanda di stabilizzazione presentata dalla Cgil. Sono infatti proprio questi precari a sostenere oggi gran parte del peso operativo del Tribunale che ha più volte apprezzato il loro apporto. Si tratta - aggiungono dal Pincio - di impiegati già in parte formati sulle tematiche processuali e che da soli non colmano certo le carenze della Giustizia, che proprio Perello e Gatti evidentemente non conoscono, tanto da rendere ipotizzabile l'inserimento di altri cassintegrati (compresi eventualmente quelli di Hcs). Perello e Gatti dunque - concludono - si dessero da fare anche loro presso quel che resta della Giunta Polverini anziché prendere a pretesto questa situazione della quale dimostrano di non sapere nulla".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirocinanti della giustizia e cassintegrati di Hcs, è polemica

RomaToday è in caricamento