Civitavecchia

Civitavecchia. Tidei: "Protestare con forza contro lo “spegnimento” della Rai"

L'onorevole Pietro Tidei presenterà un'interrogazione parlamentare urgente rivolta al Ministro dello Sviluppo Economico per il disservizio della Rai che ha colpito questi giorni Civitavecchia

L'onorevole Pietro Tidei interviene in merito all'interruzione della programmazione Rai da Monte Paradiso: "E’ necessario protestare con forza contro lo spegnimento del ripetitore Rai di Monte Paradiso. Spegnimento che in sostanza ha oscurato dalle TV dei civitavecchiesi tutti i canali Rai. In realtà alcuni dei canali dell’ente televisivo pubblico (Rai Movie, Rai 5 ed altri) non sono mai stati visibili nella nostra città. Mentre, ad esempio, è possibile vederli già a Santa Marinella.

In considerazione del fatto che la Rai incassa dagli utenti un canone di oltre cento euro l’anno è sorprendente che per risparmiare l’azienda costringa i cittadini di Civitavecchia a montare a proprie spese una nuova antenna per sintonizzarsi con Monte Argentario (da dove dal 22 novembre viene “rimbalzato” il segnale).

E’ preciso dovere delle istituzioni tutelare gli interessi della cittadinanza e in particolare delle classi sociali più deboli. Anziani, pensionati al minimo, disoccupati e coloro che stanno patendo le ricadute più pesanti della crisi economica non possono accollarsi dei costi per vedere i programmi RAI.

Invito il Sindaco a perseverare nella sua azione nei confronti dell’emittente pubblica. Da parte mia presenterò un’interrogazione parlamentare urgente rivolta al Ministro dello Sviluppo Economico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia. Tidei: "Protestare con forza contro lo “spegnimento” della Rai"

RomaToday è in caricamento