Mercoledì, 23 Giugno 2021
Civitavecchia

Discariche, Tidei: "Mantenere alta la guardia contro il progetto a Santa Lucia"

L'onorevole Pietro Tidei parla della possilibità di costruire una discarica nel comprensorio di Santa Lucia: "Faccio appello ai movimenti ambientalisti a unirsi con il centrosinistra per battere questo ennesimo scempio"

L'onorevole Pietro Tidei parla dell'eventualità di costruire una discarica nel comprensorio di Santa Lucia, per questo motivo ha partecipato stamattina alla manifestazione dei comitati contro le discariche che si è tenuta a Roma. "Ero l’unico parlamentare presente. Il sindaco di Civitavecchia invece brillava per la sua assenza  - sottolinea Tidei -. Ed è comprensibile. Insieme alla Polverini ed Alemanno, Moscherini sta tentando con ogni mezzo di portare da noi i rifiuti della capitale". Tidei spiega come la posizione del governo sul problema dei rifiuti non sia ancora chiara. "Perciò è altissimo il rischio che Civitavecchia e il suo comprensorio si ritrovino ad essere la pattumiera di Roma. D’altra parte, l’operazione politica è chiara: la discarica di Malagrotta è in dismissione e Alemanno non sa più che pesci prendere; la Polverini deve sostenere il sindaco di Roma e permettergli di ottenere qualche risultato altrimenti non potrà neanche presentarsi alle prossime elezioni tanto ha gestito male la capitale; infine Moscherini, il quale pur di ottenere appoggi esterni (visto che i sondaggi lo danno appena al 29%), non esita a svendere il territorio di Civitavecchia".

Tidei poi parla dell'operato del sindaco Moscherini in tema ambientale. "La storia di Moscherini è nota. E’ stato l’unico sindaco d’Italia che dopo la vittoria dei sì al referendum per l’acqua pubblica ha provato ancora a privatizzarla. Non basta. E’ stato l’unico sindaco della storia di Civitavecchia - dice Tidei - a tentare di abbattere la pineta della Frasca per realizzare il disegno del terminal Cina. Un disegno folle che in realtà è un vero e proprio tentativo di speculazione. Così come speculazione è il bando per la privatizzazione del Parco di San Gordiano pubblicato dal Comune a poco più di un mese dalle elezioni. Nel corso degli ultimi cinque anni non si contano gli alberi abbattuti dalle varie giunte che si sono succedute al Pincio e qualche giorno fa sono stati approvati dei Piani integrati che se realizzati soffocherebbero nel cemento una città urbanisticamente dissestata. Dinanzi a questa concezione della città e del territorio come merci da svendere il centrosinistra è invece orientato verso uno sviluppo sostenibile che vede l’ambiente come una risorsa e come un luogo dell’identità culturale dei civitavecchiesi".

Tidei rivela quali saranno le sue mosse politiche se verrà eletto sindaco. "Realizzerò l’elettrificazione delle banchine del porto di cui si parla anni, nuovi parchi pubblici, una raccolta differenziata degna di questo nome e varerò un nuovo piano regolatore della città. Prima di allora dobbiamo mantenere alta la guardia contro la possibile discarica nel comprensorio militare di Santa Lucia. Faccio perciò appello ai movimenti ambientalisti a unirsi con il centrosinistra per battere questo ennesimo scempio di un territorio già pesantemente inquinato dagli scarichi delle navi nel porto e dalle centrali a carbone. Lo dobbiamo a noi stessi, ai cittadini e alle future generazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discariche, Tidei: "Mantenere alta la guardia contro il progetto a Santa Lucia"

RomaToday è in caricamento