Domenica, 19 Settembre 2021
Civitavecchia Civitavecchia

Adeguamento Tia, Moscherini: "Tutta colpa di questa amministrazione"

Replica dell'ufficio stampa di palazzo del Pincio: "Sicuramente credeva che il mondo sarebbe finito, altrimenti non avrebbe mai detto la bugia più grossa della storia"

Non ci sta a vedere chiamata la nuova tassa una tantum sui rifiuti, pari a 60 euro, "Tassa Moscherini" l'ex sindaco di Civitavecchia.

Un adeguamento che, peraltro, ricorda, ha visto il suo voto contrario in consiglio comunale e votata solo dalla maggioranza.

L'ex primo cittadino civitavecchiese ha inoltre voluto ricordare come durante il consiglio comunale che ha visto l'ennesima stangata per i civitavecchiesi, ha spiegato quali potevano essere i metodi per recuperare quel denaro senza continuare a vessare i cittadini. "Bastava procedere con la riscossione coatta con gli evasi, anziché dare la colpa a chi c'era prima". E ha inoltre ricordato i tempi. Otto mesi. Otto mesi che l'ex sindaco ha abbandonato il governo del Pincio. Otto mesi per la nuova amministrazione di governare. E ora al governo della città, per Moscherini c'è un piccolo "Monti".

"Non solo continuano a tassare i cittadini, ma non hanno nemmeno spiegato come intendono restituire questi soldi. Forse perché nemmeno loro lo sanno e quindi non li restituiranno".

Ma dall'ufficio stampa del Pincio arriva la replica: "Sicuramente credeva che il mondo sarebbe finito, altrimenti non avrebbe mai detto la bugia più grossa della storia: e cioè che l'aumento della Tia è da attribuire a questa Amministrazione. Si tratta infatti della Tia del 2001 e di crediti non riscossi fino al 2009. Purtroppo per Moscherini, il mondo prosegue e la sua bugia è stata svelata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adeguamento Tia, Moscherini: "Tutta colpa di questa amministrazione"

RomaToday è in caricamento