Martedì, 15 Giugno 2021
Civitavecchia

Terme, Tidei e Sarnella a confronto

Ieri un tavolo tra il primo cittadino e il presidente della Sar Hotel per far luce sul progetto che dovrebbe portare alla nascita del comparto termale civitavecchiese

Un incontro tra Tidei e Sarnella per discutere di Terme. È stato questo l'obiettivo dell'incontro che si è svolto ieri pomeriggio tra il primo cittadino civitavecchiese e il presidente della Sar Hotel che si è aggiudicato l'appalto per la realizzazione del comparto termale civitavecchiese. Un appalto finito agli onori della cronaca per l'inchiesta giudiziaria condotta dalla Procura e che vedrebbe l'uscente sindaco Gianni Moscherini e il presidente della Sar Hotel Sarnella indagati per corruzione. Ma dalle indagini, all'incontro non si è parlato.
Al centro solo il progetto presentato in pompa magna al teatro Traiano e che aveva ottenuto anche la presenza del presidente della Regione Lazio Renata Polverini.


Durante l'incontro con Sarnella, volto all'illustrazione del progetto, il sindaco Tidei avrebbe chiesto al presidente della Sar Hotel di realizzare anche un'altra opera, prima di parlare di terme. Asfaltare la strada che conduce al comparto termale. A spese dello stesso Sarnella. Ma non è tutto. Tidei avrebbe richiesto come secondo provvedimento la riqualificazione delle attuali terme della Ficoncella, ad oggi, frequentate dai cittadini.
Difficile, secondo i dati emersi dall'incontro, che i lavori partano ad ottobre come Sarnella aveva dichiarato nelle settimane scorse, quando aveva annunciato ulteriori finanziamenti al progetto. L'iter burocratico è molto lungo infatti. Prima che il progetto sia approvato dal consiglio comunale civitavecchiese, dovrà ottenere anche diverse autorizzazioni da parte della Regione Lazio. Per non parlare poi dello scoglio chiamato "Mastrofini" che secondo l'amministrazione comunale è tutt'altro che superato.


Il Sindaco ha poi richiesto al presidente Sar Hotel anche i progetti riguardanti la realizzazione del comparto termale. Progetti, che tra i documenti sequestrati dalla magistratura a causa dell'indagine che vedrebbe coinvolto Sarnella e a causa "della defenestrazione dei documenti ottemperata dall'attuale minoranza la sera stessa del risultato elettorale - secondo quanto riferito dal Pincio - non sarebbero più in possesso del Comune".
Prima di terminare l'incontro inoltre Tidei ha dettato a Sarnella alcune linee guida riguardanti la comunicazione a mezzo stampa. Qualsiasi informazione rilasciata dovrà prima essere concertata con l'amministrazione. L'ammonimento arriva dopo che il presidente della Sar Hotel ha diffuso a mezzo stampa la notizia di un ulteriore finanziamento del progetto e solo successivamente abbia incontrato il primo cittadino. "Non si dovrà più ripetere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terme, Tidei e Sarnella a confronto

RomaToday è in caricamento