Civitavecchia

Tentano di rapire una 13enne ma vengono fermati dalla Polmare

Si tratta di quattro slavi, parenti della vittima, residenti in Spagna. Dopo il rapimento stavano cercando di tornare a Barcellona ma sono stati bloccati dagli agenti di frontiera

Hanno provato a sequestrare una ragazzina di 13 anni a Roma, ma sono stati fermati dalla Polizia di frontiera mentre erano sulla nave diretta da Civitavecchia a Barcellona.

La ragazzina sarebbe stata prelevata dai quattro uomini, di origini slave e residenti proprio in Spagna (tra l'altro suoi parenti di secondo grado) dal cortile di un palazzo dell'Eur. Probabilmente l'obiettivo era quello di farla prostituire. A dare l'allarme la madre all'atto del rapimento in casa insieme alla zia e ad altri parenti che hanno cercato di impedire che la piccola fosse portata via. Da lì una colluttazione che però non è servita a fermare i quattro malitenzionati. A raccogliere la denuncia della donna gli uomini del commissariato esposizione di Roma Eur che hanno dato le indicazioni alla Polizia di frontiera.

Il lieto fine di questa brutta vicenda è dovuto anche a un po' di fortuna come spiegato dal vice questore aggiunto della Polmare, Lorenza Ripamonti. La nave che avrebbe dovuto riportare i quattro uomini in Spagna, con la vittima, doveva salpare alle 20, e la segnalazione è arrivata solo alle 20.15. Per fortuna però la nave, proprio quella sera (lunedì) era in ritardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di rapire una 13enne ma vengono fermati dalla Polmare

RomaToday è in caricamento