Domenica, 13 Giugno 2021
Civitavecchia

Strade invase da sterpaglie, nessun rispetto dell'ordinanza emanata dall'amministrazione

Erba secca, rami e foglie sul ciglio della strada. Fossi trascurato. A rischio incendio anche un campo nei pressi dell'ospedale San Paolo.

Non è servita a nulla l'ordinanza emanata dall'amministrazione comunale per prevenire il pericolo di incendi. Soprattuto ora che l'estate è arrivata. A zonzo per la città, presenti sul ciglio della strada numerosi rami secchi, piante e foglie. Basterebbe solo una scintilla, o una cicca lanciata da un finestrino e gli ingredienti per servire un buon incendio a Civitavecchia ci sarebbero tutti. Stessa situazione lungo i fossi che attraversano la città, dove l'unica cosa che manca è la pulizia. Pulizia per evitare che probabili e possibili fuochi si propaghino (andando a colpire le abitazioni vicine). Pulizia necessaria onde evitare che anche questo inverno, le piogge allaghino la città, con fossi, tombini e strade lasciate all'incuranza di tutti. Soprattutto di chi deve occuparsi dell'igiene urbana.

E il rischio potrebbe presentarsi anche alle porte dell'ospedale, dove sterpaglie e alberi proprio vicino la struttura sanitaria potrebbero incentivare, se solo causato erroneamente, un incendio di notevoli dimensioni. La domanda è solo una. Chi deve vigilare affinché l'ordinanza sia rispettata e tutti gli enti, a partire dal Comune intervengano per eliminare il pericolo?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade invase da sterpaglie, nessun rispetto dell'ordinanza emanata dall'amministrazione

RomaToday è in caricamento