Civitavecchia Viale della Repubblica

Stazione ferroviaria in forte degrado, la denuncia dei cittadini

La struttura è attraversata ogni giorni da milioni di crocieristi che da Civitavecchia si recano nella Capitale. "Chi figura fa il comune?"

Nonostante il buon impegno dell'esponente di Italia dei Valori Vittorio Petrelli che solo poche settimane fa aveva pulito il sottopasso della stazione e lo spiazzale sito sul retro, il degrado non si arresta.

Dal parcheggio pieno di rifiuti di ogni tipo, da bottiglie di vetro rotte a sacchi di rifiuti abbandonati per terra, alla stazione stessa dove le aree verdi ora sono gialle. Eh si, perché a causa di Scipione prima, Caronte poi e Minosse dei giorni scorsi, l'erba è diventata gialla. Erba ancora più visibile se poi nessuno provvede al suo sfalcio. Anzi, la lascia crescere selvaggiamente in quelle che dovrebbero essere delle vere e proprie aiuole.

E i cittadini, su Facebook, chiedono l'intervento dell'amministrazione almeno per quelle aree all'interno e all'esterno della stazione di sua competenza. Soprattutto per offrire ai tanti crocieristi e turisti di passaggio uno spettacolo migliore. Crocieristi che giungono in città da Roma già stanchi per il viaggio affrontato in condizioni disumane a causa degli enormi disagi causati dai convogli fatiscenti. Con aria condizionata spesso assente e un sovraffollamento indescrivibile. Stanchezza e stress a cui si aggiunge, oltre all'orribile spettacolo che li attende a Civitavecchia, a causa del degrado che incalza sempre più, dall'assenza di scale mobili o ascensori che comodamente conducano al sottopasso e all'uscita della struttura. Eh si, perché al seguito i crocieristi hanno anche enormi valige il cui trasporto all'interno della Stazione ferroviaria è veramente epico. In senso negativo ovviamente.

Un'odissea, una storia infinita che prosegue anche al di fuori dalle mura della stazione. Sullo spiazzale dove spesso ad attenderli c'è il nulla. Né un autobus né un taxi pronto a portarli al Porto per l'imbarco. E così, come spesso accade di vedere, il viale e la Marina offrono uno spettacolo surreale. Una carovana di uomini, donne, bambini, anziani che sotto il sole battente e tra le mani le redini di pesanti valige pronta a sfidare tutto e tutti pur di arrivare finalmente alla tanto sospirata vacanza che li attenderà una volta saliti finalmente su quella lontanissima nave.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione ferroviaria in forte degrado, la denuncia dei cittadini

RomaToday è in caricamento