Civitavecchia

Fr5, i problemi dei pendolari iniziano dalla stazione. Allagato il sottopasso

Probabilmente il guasto di un tombino ha portato all'allagamento del sottopasso tra le scale che conducono al binario 3 e quelle che portano al binario 4

L'odissea dei pendolari della Fr5 inizia ancora prima di salire sul treno. Inizia in stazione. Precisamente dal sottopasso civitavecchiese.

Da sabato chi non è munito di piccole imbarcazioni, difficilmente riesce a percorrerlo senza ritrovarsi piedi e pantaloni bagnati. Una perdita, molto probabilmente da uno dei tombini posizionati proprio nel sottopassaggio, anziché assorbire acqua, la perde. Anche perché proprio in questi giorni di nuvoloni carichi di pioggia, sui cieli di Civitavecchia, non se n'è vista nemmeno l'ombra. E così il sottopassaggio pian piano è diventato un piccolo laghetto. Precisamente tra il binario 3 e il binario 4.

Situazione che ha portato palazzo del Pincio (a cui spetta la manutenzione del sottopassaggio) a transennarne ambo i lati di saliti e discesa. Meglio impedirne l'accesso forse, che riparare il guasto. Ma i temerari esistono. E così qualcuno, pur di non dover aggirare l'ostacolo, che nel caso di un treno in partenza imminente significa perderlo, decide di attraversarlo. Con le conseguenze che questo comporta.

Certamente non si può parlare di un bello spettacolo nemmeno per i tanti crocieristi e turisti che transitano in stazione per raggiungere Roma. Spesso carichi di valigie pesanti e difficili da trasportare. E che, senza le indicazioni del caso, a causa della "deviazione" obbligatoria, non sanno dove andare per raggiungere il secondo ingresso della stazione e giungere finalmente al binario da dove partirà il treno che li dovrebbe condurre a Roma.

Speriamo che da palazzo del Pincio l'assessore ai Lavori Pubblici si metta subito all'opera per chiedere ai suoi tecnici di riparare il danno già in serata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fr5, i problemi dei pendolari iniziano dalla stazione. Allagato il sottopasso

RomaToday è in caricamento