Martedì, 22 Giugno 2021
Civitavecchia

Le organizzazioni sindacali a Tidei: "Grave ed esagerata la sua decisione di rivolgersi direttamente ai lavoratori"

Cgil, Cisl e Uil bacchettano il primo cittadino per il mancato confronto con le rappresentanze dei lavoratori. Immediata la replica del primo cittadino

"Grave ed esagerata la decisione del sindaco Tidei, di rivolgersi direttamente in forma assembleare ai lavoratori di Hcs senza alcun minimo coinvolgimento del Sindacato".

A bacchettare il primo cittadino civitavecchiese Cgil, Cisl e Uil che in un primo momento era intenzione di Tidei convocare attorno ad un tavolo per illustrare loro la situazione economica e finanziaria di Hcs. Intenzione, poi, sfumata nel nulla. Almeno fino ad oggi.

"Dalle elezioni ad oggi - spiegano i segretari Caiazza, Barbera e Di Marco - abbiamo atteso pazientemente, evitando di correre dietro ad una serie di dichiarazioni del primo cittadino, con le quali, senza alcun confronto con le parti sociali, indica ricette e soluzioni per far fronte ad una situazione che pure sappiamo essere particolarmente drammatica". E probabilmente le organizzazioni sindacali si riferiscono all'idea di Tidei di far confluire Hcs e partecipate all'interno di Civitavecchia Infrastrutture. Ma i rimproveri non finiscono qui. "Non abbiamo reagito nemmeno quando si è continuato a prospettare la possibilità di una privatizzazione dei servizi pubblici locali rispetto alle quali continuiamo e continueremo ad esprimere ferma e dura contrarieta. Abbiamo dato il tempo per tutte le ricognizioni necessarie, per la formazione della Giunta, aspettando che le dichiarazioni fatte in campagna elettorale da Tidei (rispetto a come il "confronto con il Sindacato" è un principio sancito dalla Costituzione da rispettare anche per etica istituzionale) si traducessero rapidamente nella pratica".

Ma così non è stato e le organizzazioni sindacali chiedono un immediato cambiamento di rotta, con la convocazione immediata e urgente delle segreterie confederali territoriali "per poter condividere un protocollo di relazioni sindacali capace di definire ambiti e modalità di confronto  sia per quanto attiene i temi che interessano il presente e il futuro della città che per quanto riguarda il ruolo di Civitavecchia come Comune capofila del distretto RmF1 e dell'intera Conferenza dei Sindaci della Asl F".

Intanto, questa mattina sono arrivati i primi bilanci delle partecipate. A "bruciare" i tempi (il termine ultimo per la consegna è fissato per domani), Argo e Città Pulita. Se entro domani ai loro, non si aggiungeranno quelli dei mancanti Hcs, Ippocrate e Infrastrutture, l'amministrazione comunale procedere ad attivare azioni di responsabilità nei loro confronti.

Immediata la replica del primo cittadino Pietro Tidei che ha sottolineato come le organizzazioni sindacali siano le prime ad essere invitate agli incontri di domani e venerdì. In attesa dell'incontro già fissato, puntualizza, per il 30 giugno. Giorno in cui "davanti a cifre certe e a bilanci definiti, si spera, sarà formalmente possibile aprire un reale confronto. Prima di allora - spiega Tidei - vista la gravità della situazione è difficile pensare che tutte le altre forme di sereno e aperto dialogo tra tutte le parti in gioco, possano nuocere nella ardua ricerca delle migliori soluzioni possibili per il salvataggio di Hcs e delle altre partecipate, ricerca che oggi - conclude il primo cittadino - parte con almeno un anno di ritardo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le organizzazioni sindacali a Tidei: "Grave ed esagerata la sua decisione di rivolgersi direttamente ai lavoratori"

RomaToday è in caricamento