Civitavecchia Piazza Ver

Scuola materna: liste d'attesa troppo lunghe, giro di vite dell'amministrazione

Saranno aperte tre nuove sezioni di scuola materna. Una grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia

Tre nuove sezioni della scuola materna pronte ad ospitare il 50% circa dei bambini civitavecchiesi ancora in lista d'attesa. Circa 122.
Dopo le denunce che da diversi mesi ormai i cittadini segnalano all'amministrazione comunale, oggi arriva il giro di vite.
Alle due sezioni di via Immacolata (a tempo ridotto) da settembre ci sarà una terza sezione, a tempo pieno, pronta ad ospitare i piccoli ometti. Ma non solo. Anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia ha accolto il grido d'allarme ed è pronta a fare la sua parte. Ed ecco che lunedì inizieranno i lavori per l'apertura di una terza sezione che andrà ad aggiungersi, anch'essa alle due già esistenti. Prezzi invariati rispetto allo scorso anno "per aiutare le famiglie che in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando - ha spiegato il presidente Cacciaglia - periodi molto difficili". Ma non solo: il presidente ha anche annunciato che affiderà il servizio della mensa scolastica a ditte civitavecchiesi, non solo per garantire alle famiglie un costo del servizio esiguo, ma anche per agevolare l'imprenditoria locale.

E la terza sezione, che a settembre ospiterà alcuni dei bambini in lista d'attesa, arriva invece direttamente dallo Stato. A chiedere l'apertura di tre nuove sezioni, una per ognuno di loro, sono il I, il IV e il V circolo didattico. "Mi sono attivata presso la Regione affinché il Ministero - ha spiegato l'assessore provinciale Paola Rita Stella - conceda l'apertura almeno di una delle tre sezioni richieste. Se poi dovesse autorizzarne di più ben vengano".

Sotto i riflettori anche il problema relativo alla mensa scolastica. Oggetto di polemica, diatribe, manifestazioni e occupazioni dell'aula Pucci al Comune. La causa, prezzi troppo elevati e una ripartizione per fasce Isee che poco è piaciuta alle famgilie. "Per quest'anno - ha spiegato Stella - la ditta che ha vinto l'appalto del servizio proseguirà nella sua diffusione in quanto il contratto scade il 30 giugno 2013. Ma già dalla prossima settimana (Martedì) incontrerò i rappresentanti dei genitori, il comitato mensa e i rappresentanti dei consigli d'istituto per concertare con loro un nuovo servizio". Parole d'ordine: prezzo basso e alta qualità.

Novità anche sul fronte universitario. Dopo l'acquisto della struttura a Piazza Verdi da parte della Fondazione Ca.Ri.Civ. il presidente Cacciaglia ha annunciato l'avvio dei lavori per la facoltà di Biologia Marina. Si partirà lunedì. Intanto è in attesa che il dipartimento di Economia Aziendale faccia pervenire alla Fondazione i progetti per l'avvio della sua facoltà. "Dobbiamo puntare l'attenzione su quelle facoltà le cui materie di studio possano essere applicate al contesto in cui viviamo così da formare giovani che un domani - hanno detto l'assessore Stella e il presidente Cacciaglia - possano trovare lavoro anche a Civitavecchia".

"Il Polo Universitario - ha poi concluso il sindaco Pietro Tidei - deve tornare ad essere un polo d'eccellenza. Motivo di vanto per il nostro territorio che da questi può trarre profitto grazie ai giovani studenti che verranno a studiare a Civitavecchia" e che contribuiranno a far girare l'economia soprattutto nell'immobiliare e nella ristorazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola materna: liste d'attesa troppo lunghe, giro di vite dell'amministrazione

RomaToday è in caricamento