Sabato, 18 Settembre 2021
Civitavecchia Civitavecchia

Saldi, le famiglie spenderanno in media 350 euro

Questo il dato fornito dal presidente Confcommercio locale Vincenzo Palombo. Meno ottimiste le altre associazioni: si va da una spesa media di 300 euro a famiglia a una di 250 euro

I saldi invernali 2013 potrebbero non avere gli effetti desiderati. Una serie di fattori negativi che li hanno preceduti e che rischiano di succedergli porteranno le famiglie della Provincia di Roma a non spendere più di 350 euro. E questo è il dato più positivo, fornito dalla Confcommercio. Meno ottimiste sono infatti le altre associazioni di categoria, con una spesa media a famiglia che così oscilla dalle 300 euro alle 250.

Tutta colpa dell'anno che ci lasciamo alle spalle. Con un mese, quello di dicembre, che molti italiani ora preferiscono dimenticare. Tra regali di Natale e il cenone di Capodanno qualcosa, di quella tanto attesa tredicesima sarebbe potuto restare. Peccato che ci si sia messo anche l'Imu, la cui scadenza era stata fissata proprio a ridosso delle festività natalizie. E così "la tredicesima è servita a pagare questa tassa", spiega Vincenzo Palombo, presidente della Confcommercio locale. "Il momento di recessione che stiamo attraversando non è vissuto solo da chi stenta ad arrivare a fine mese - spiega - ma anche di chi ha la capacità di spesa".

A frenare è l'annuncio di un anno nero. Con l'aumento del costo del carburante, all'introduzione della Tares, all'aumento delle bollette di gas ed energia elettrica fino ad arrivare al rincaro del pedaggio autostradale. Per una spesa di circa 1.500 euro in più a famiglia. E così, "chi ha qualcosa in tasca preferisce metterlo da parte in vista delle prossime tasse".

E a risentire di tutto ciò saranno proprio i consumi e i commercianti. "Si prevede una contrazione dell'8% rispetto allo scorso anno. Ma se così fosse, sarebbe un dato positivo". Per Palombo infatti, la contrazione potrebbe ampiamente superare l'8%, mettendo così in crisi un intero sistema. Ma non è ancora detta l'ultima parola.

Per avere i dati occorrerà infatti aspettare un po' nella speranza che il primo fine settimana dedicato ai saldi invernali (si parte domani mattina) abbia una partenza sprint. Se i settori che risentono maggiormente della crisi, come abbigliamento e calzature, riusciranno a fare cassa, allora ci sono buone probabilità che questi saldi portino una ventata d'aria fresca anche al resto della categoria interessata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi, le famiglie spenderanno in media 350 euro

RomaToday è in caricamento