Civitavecchia

Minaccia rito voodoo a cliente che non paga, arrestata

In cella parrucchiera senegalese residente a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, e un suo connazionale accusati di minacce ed estorsione

Minaccia di compiere riti voodoo contro e "sequestra" il telefonino a una cliente che non aveva i soldi per saldare il conto della pettinatura afro.

Per questo motivo, una parrucchiera senegalese residente a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, e un suo connazionale sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di minacce ed estorsione. La giovane cliente, 24 anni, aveva chiesto alla parrucchiera di rifarle la pettinatura, perché le treccine fatte in precedenza le si erano slegate. Alla fine della prestazione le ha chiesto 100 euro. Somma che la ragazza non aveva. La senegalese ha minacciato di farle un rito voodoo contro di lei e la figlioletta di 2 anni, mostrandole un oggetto quadrato, nero, dai poteri malefici.

La giovane si è allora impegnata a saldare il conto appena possibile. Nelle ore successive, però, la parrucchiera ha iniziato a pretendere la somma anche attraverso minacce telefoniche, tanto che la ragazza, spaventata, le ha dato appuntamento nei pressi di un bancomat, dove avrebbe prelevato la somma. Ma l'operazione non è riuscita per mancanza di fondi. Infine, la ragazza si è rivolta ai carabinieri di Montalto di Castro per denunciare il tutto.

I militari le hanno consigliato di fissare un appuntamento per lo scambio e si sono appostati nei paraggi. Non appena la parrucchiera ha ricevuto i 100 euro e ha restituito il cellulare alla giovane, sono scattate le manette per lei e il suo connazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia rito voodoo a cliente che non paga, arrestata

RomaToday è in caricamento