Civitavecchia

Rfi in tour alla stazione di Civitavecchia, si studia per migliorarla

Fari puntati sull'allagamento del sottopasso ferroviario, sul prolungamento della pensilina del binario 2 e sulla realizzazione di scale mobili o ascensori per agevolare i diversamente abili, anziani e turisti. Si attende il tavolo tecnico col Pincio

I tecnici di Rfi sono arrivati. Hanno provato già ieri a riparare il sottopasso ferroviario, allagato ormai da settimane. Ma nulla da fare l'acqua è tornata con prepotenza e stava per mietere la prima vittima. Un povero passante che stava per ruzzolare in terra. Per fortuna si è "salvato".

Ma i tecnici di Rfi non mollano la presa e non si arrendono. Constato il funzionamento delle pompe di drenaggio dell'acqua, e constata che il livello dell'acqua non vuole proprio scendere, da Roma hanno chiesto l'invio di una pompa per svuotare il pozzo incriminato e verificare cosa sia successo. Le ipotesi al vaglio sono svariate. Da infiltrazioni o da scarichi abusivi da parte di terzi. Cosa certa è che una volta individuato il problema anche se ci vorrà qualche giorno in più, potrà finalmente essere risolto.

E il tour dei tecnici Rfi, accompagnati dal delegato ai pendolari Amedeo Caravani e dall'esponente Idv Vittorio Petrelli, non si è fermato al sottopasso. Visitato anche il famigerato binario 2 e 3 dove i crocieristi si affollano soprattutto al mattino in attesa di prendere il treno che li condurrà a Roma. E con quella pensilina troppo piccola e non lunga abbastanza da coprire tutta la banchina si rischia anche una bella doccia.

Ne ha preso atto il tecnico inviato dalla Rete ferroviaria italiana che ha dato massima disponibilità per risolvere in tempi rapidi il problema. "Speriamo entro il 2013" ha commentato Caravani. Ci vorrà invece più tempo per l'allargamento della banchina. Mentre al vaglio varie ipotesi per realizzare o un ascensore montacarichi o delle scale mobili in grado di agevolare la salita e la discesa dalla banchina al sottopasso per i diversamente abili, gli anziani e i genitori con passeggini al seguito. Senza dimenticare ovviamente anche i turisti e i crocieristi carichi di valige super pesanti.

Intanto, si aspetta la convocazione del tavolo tecnico già richiesto dall'amministrazione comunale, per sapere costi e tempi per la realizzazione delle opere programmate durante il sopralluogo. Al tavolo, il delegato ai pendolari non esclude di convocare anche Cento Stazioni che attualmente ha in gestione il secondo sottopasso ferroviario (quello più piccolo).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rfi in tour alla stazione di Civitavecchia, si studia per migliorarla

RomaToday è in caricamento