Civitavecchia

Fermato un prete in possesso di una pistola, revocati i domiciliari

Il sacerdote era stato fermato dalle Forze dell'ordine al Porto di Civitavecchia perché trovato in possesso di una pistola non registrata.

Revocati gli arresti domiciliari al prete fermato dalle Forze dell'ordine al Porto di Civitavecchia perché trovato in possesso di una pistola non registrata.

Il sacerdote aveva spiegato agli agenti delle Forze dell'ordine, proprio come poi confermato al suo legale, di aver ricevuto l'arma in sede confessionale e di non aver rivelato l'identità dell'uomo per due motivi: perché non lo conosce e perché posto sotto il segreto confessionale. Per quanto riguarda poi il non aver denunciato l'arma immediatamente, né alle Forze dell'ordine di Roma né a quelli di Civitavecchia solo per ingenuità.

All'imbarco della nave diretta in Sardegna infatti il prete aveva spiegato di essere intenzionato a consegnare l'arma alle Forze dell'ordine una volta sbarcato a Cagliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato un prete in possesso di una pistola, revocati i domiciliari

RomaToday è in caricamento