rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Civitavecchia Civitavecchia / Piazza Luigi Calamatta

Civitavecchia. Rsa Calamatta, Rete dei Cittadini: "Il nome della cooperativa vincitrice a noi era già noto"

Pino Antonucci Responsabile Sanità Rete dei Cittadini, interviene sulla Cooperativa sociale P.G. Melanie Klein vinvitrice della gara per gestione della struttura sanitaria

Il pranzo è servito. Potrebbe essere questo il titolo beffardo di una storia altrettanto beffarda che ha visto come protagonista indiscussa la Rsa Calamatta. Inutile reclamare la paternità della previsione ma, come Rete dei Cittadini, siamo stati subito al fianco dei lavoratori della struttura che rischiavano di perdere il posto di lavoro. Il nostro grido di allarme e le nostre pressioni per scongiurare una nuova sciagura occupazionale in città hanno fatto sì che il Sindaco Moscherini, nella veste anche di presidente della conferenza dei sindaci dell’Asl, convocasse il famoso tavolo tecnico con l’Asl, nel quale è stato partorito un accordo a tutela dei lavoratori, che pretendiamo venga onorato dall’attuale cooperativa vincitrice, con la salvaguardia de posti di lavoro degli attuali operatori in servizio. La Rete dei Cittadini era presente a quel tavolo per seguire da vicino il futuro di una struttura che ingloba in sé dei lavoratori specializzati che svolgono una mansione fondamentale nell’ambito della cura e riabilitazione psichiatrica. Tuttavia, il nostro grido d’allarme non riguardava soltanto l’aspetto occupazionale. Fin dall’inizio, infatti, eravamo a conoscenza di rumors sulla presunta società che avrebbe vinto la gara d’appalto sulla gestione della Rsa Calamatta. Ora la gara è finita. Il nome della società? Ci viene da ridere, se non fosse una vicenda tremendamente seria. A questo punto parlare di preveggenza non ha senso, come non lo ha giustificare ciò che era ormai da tempo arcinoto. Un caso? Forse, come può essere di no, tuttavia parafrasando Andreotti dico anche che "a pensar male si fa peccato ma la metà delle volte ci si azzecca". Fatto sta che il nome della vincitrice a noi non fa effetto. Nonostante ciò, consapevoli che la cooperativa abbia tutti i requisiti previsti dal bando per espletare il servizio di assistenza ai pazienti della struttura, e certi altresì della regolarità della gara d’appalto seguita dall’Asl, chiediamo tuttavia alle forze politiche cittadine, al Sindaco Moscherini e ai sindacati di impegnarsi affinchè le “chiacchiere” su questa famigerata gara cessino. Per questo rivolgiamo un invito al Sindaco affinchè faccia un accesso agli atti presso la Asl e chieda conto dei criteri seguiti dalla commissione di gara per valutare le offerte della altre 4 imprese partecipanti che, alla luce dei risultati, non sembravano avere i requisiti idonei. Noi crediamo che la trasparenza non ha confini e che ha sempre come scopo soltanto il raggiungimento della dignità.

 

Pino Antonucci Responsabile Sanità Rete dei Cittadini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitavecchia. Rsa Calamatta, Rete dei Cittadini: "Il nome della cooperativa vincitrice a noi era già noto"

RomaToday è in caricamento