Civitavecchia

Costa Concordia: L'Authority, portare il relitto a Civitavecchia

È l'idea illustrata durante il convegno 100 idee per lo sviluppo, del presidente dell'Autorità Portuale di Civitavecchia Pasqualino Monti

"Dove portare il relitto della nave Costa Concordia, arenata sugli scogli dell'Isola del Giglio il 13 gennaio scorso? Al porto di Civitavecchia, dove potremo realizzare un grande bacino di carenaggio e creare lavoro per migliaia di persone per circa un anno". A lanciare l'idea è stato il presidente dell'Autorità Portuale di Civitavecchia, Pasqualino Monti, nel corso dell'incontro organizzato dal sindaco Pietro Tidei per mettere a punto 100 progetti per lo sviluppo della città.

"Il bacino di carenaggio - spiega Monti - una volta smantellata la Concordia, verrebbe utilizzato come cantiere adibito alla manutenzione delle grandi navi, creando così occupazione stabile per centinaia di addetti. Sarebbe una straordinaria occasione per il porto e il territorio - ha concluso Monti - che riceverebbe nuovo impulso per la ripresa economica e occupazionale".

La proposta di trasportare il relitto della Concordia a Civitavecchia era stata già presentata dalla Costa Crociere nei mesi successivi al naufragio. Ma era stata subito bocciata dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che rivendicò l'incarico per un porto toscano. La decisione definitiva è attesa per settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costa Concordia: L'Authority, portare il relitto a Civitavecchia

RomaToday è in caricamento