Martedì, 15 Giugno 2021
Civitavecchia Piazza Luigi Calamatta

Reddito minimo garantito, anche a Civitavecchia approda la raccolta firme

Promotore locale Sinistra ecologia e libertà: "Abbiamo deciso di partecipare a questo progetto - spiegano - perché riteniamo che sia una misura di sostegno di chi ha perso il lavoro, di chi è disoccupato e di chi cerca lavoro"

Una raccolta firme per presentare una proposta di legge di iniziativa popolare per istituire il reddito minimo garantito anche in Italia. Destinatari: i disoccupati e i precari che non raggiungono i 7.200 euro all'anno a cui, così, si garantirebbero circa 600 euro al mese. Promotore: il comitato nazionale "Reddito Minimo Garantito".

Una raccolta firme che da nord a sud è approdata ormai in quasi tutte le città italiane. Compresa Civitavecchia, dove a prendersi il compito di raccogliere le firme e informare i cittadini dell'iniziativa è Sinistra ecologia e libertà: "Abbiamo deciso di partecipare a questo progetto - spiegano - perché riteniamo che sia una misura di sostegno di chi ha perso il lavoro, di chi è disoccupato e di chi cerca lavoro. Il reddito - prosegue Sel - non è una misura assistenziale piuttoso ci sembra uno strumento importantissimo per combattere problemi sociali che nella nostra città hanno raggiunto livelli ormai insostenibili. Quali la disoccupazione, il lavoro sommerso, la precarietà ma allo stesso tempo un supporto capace di contrastare l'emarginazione e restituire, almeno in parte, dignità alle persone sfruttate, inoccupate, precarie e disagiate".

A tal proposito Sel si mette a disposizione di chiunque desideri partecipare all'iniziativa popolare o ottenere maggiori informazioni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito minimo garantito, anche a Civitavecchia approda la raccolta firme

RomaToday è in caricamento