Civitavecchia

No agli stipendi d'oro dei parlamentari: anche a Civitavecchia la raccolta firme

La componente giovanile del Polo civico invita i cittadini a firmare presso gli uffici del Comune la petizione popolare atta a indire il referendum per tagliare le indennità spettanti ai parlamentari

La crisi avanza e a fare sacrifici non devono essere solo i comuni cittadini, ma anche gli eletti in Parlamento. Sono loro che "devono dare un doveroso esempio".

È questo lo spirito con cui la componente giovanile del movimento politico Polo Civico "invita la cittadinanza a recarsi presso gli uffici del Comune di Civitavecchia per firmare la petizione popolare atta ad indire il referendum per tagliare le indennità spettanti ai parlamentari (abrogazione Art. 2 legge 31/10/1965, n. 1261) che ammontano a circa 5.000 euro mensili e 4.750 euro per i deputati che svolgono un’altra attività lavorativa; tutto questo per sopperire a spese che tutti gli altri cittadini pagano con il loro normale stipendio. Basti pensare che numerose sono le famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese, tanto che, secondo i dati ISTAT, il tasso di disoccupazione, riguardante sia gli uomini che le donne, si è attestato  ad inizio 2012 intorno al  9,2%. Il tasso di disoccupazione giovanile, tra i 15 ed i 24 anni, sul totale di quelli occupati o in cerca di lavoro, è pari al 31,1%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto a dicembre 2011. Il numero delle famiglie povere in Italia si attesta a 2.734.000, circa l’11% delle famiglie residenti che corrispondono a 8.272.000 individui poveri, circa il 13,8% della popolazione, in sintesi 1 italiano su 7 è povero".

Obiettivo dell'iniziativa, spiegano i giovani del Polo civico: "Raggiungere le 500.000 firme su tutto il territorio nazionale, in modo tale che potrà essere indetto il referendum abrogativo; i cittadini potranno aderire a tale iniziativa recandosi presso gli uffici della Segreteria Generale del Comune di Civitavecchia, sita in P.le Guglielmotti, dal lunedì al venerdì (la mattina dalle ore 10,00 alle ore 12,00) e il martedì ed il giovedì in orario pomeridiano dalle ore 16,00 alle ore 18,00 entro il 26 luglio 2012".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No agli stipendi d'oro dei parlamentari: anche a Civitavecchia la raccolta firme

RomaToday è in caricamento