rotate-mobile
Civitavecchia Civitavecchia

Assobalneari: "Urgente sospendere subito il Pua comunale adottato dalla precedente amministrazione"

Lo hanno chiesto in una nota inviata al vicesindaco Enrico Luciani, al sindaco Pietro Tidei e al presidente del Consiglio comunale Marco Piendibene

"La pianificazione turistica della nostra costa è stata decisa in consiglio comunale nel 2010 senza la condivisione dell'associazione di categoria territorialmente competente e dopo una serie di comunicazioni, indirizzate alla precedente amministrazione, non si è mai giunti alla necessaria interlocuzione per definire, in modo condiviso, lo strumento di pianificazione turistica più importante della nostra costa quale è appunto il Piano di utilizzazione degli arenili di Civitavecchia e le norme che ne regolano i contenuti".

Inizia così la nota che Assobalneari Litorale Nord, aderente a FederBalneari Italia, ha inviato al primo cittadino civitavecchiese Pietro Tidei, al vice sindaco e Assessore al Mare Enrico Luciani e al presidente del consiglio comunale Marco Piendibene, per chiedere la sospensione subito il Pua comunale adottato dalla precedente amministrazione.

"Le spiagge di Civitavecchia hanno bisogno di essere dotate di sempre nuovi strumenti che siano in linea con lo sviluppo turistico, superando le criticità esistenti e solo con una visione strategica, innovativa e condivisa con la categoria, tutto ciò si potrà fare oggi", ha dichiarato il presidente Assobalneari Litorale Nord Marco Maurelli, sostenendo che è per "questi motivi che bisogna sospendere il Pua precedentemente adottato per condividere e al meglio una migliore pianificazione turistica della costa di Civitavecchia".

E chiedono sinergia tra la Categoria e il Comune per "avviare una forte azione di rilancio del turismo, evitando che la criminalità organizzata possa avvicinarsi alla nostra costa". Un progetto che si potrebbe realizzare secondo Maurelli con l'adozione di un Pua condiviso e con la realizzazione di un "Distretto turistico e Balneare del Litorale Nord" e dialogando "con i comuni di Santa Marinella, Cerveteri, Tarquinia e Montalto di Castro per esemplificare l'iter procedurale che condurrà in modo sinergico i concessionari ad avviare un serio piano di valorizzazione della costa e contribuire al miglioramento dei servizi turistici della città attivando forti sinergie con i vari attori turistici della città di Civitavecchia e del comprensorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assobalneari: "Urgente sospendere subito il Pua comunale adottato dalla precedente amministrazione"

RomaToday è in caricamento