Mercoledì, 22 Settembre 2021
Civitavecchia Civitavecchia / Piazzale del Pincio

Risorse decentrate anno 2012, dipendenti Comunali in stato d'agitazione

Rifiutate le proposte avanzate dall'amministrazione comunale. I sindacati chiedono il raffreddamento del conflitto e "minacciano" il ricorso al Prefetto della Provincia di Roma

Nuovo stato di agitazione per i dipendenti comunali. Ancora una volta il motivo da contendere sono le risorse decentrate per l'anno 2012. Secondo quanto riferito da Uil Fpl e Usb Pi il Comune avrebbe proposto di usare le risorse per l'implementazione del fondo delle posizioni organizzative, la progressione economica orizzontale per una piccola percentuale di dipendenti e una piccola percentuale delle risorse da destinare sul fondo della produttività collettiva.

Proposta rigettata dai dipendenti comunali che sono stati informati delle intenzione dell'amministrazione, dai rappresentanti di categoria. E al rifiuto è seguita la notifica ai vertici del Pincio che, però, senza tener conto della nota dei sindacati ha presentato nel corso di una riunione la proposta formulata proprio dal Pincio. Da qui la decisione di indire lo stato di agitazione del "personale dipendente del Comune di Civitavecchia, con la richiesta - scrivono nella nota - di avvio della procedura del raffreddamento del conflitto (incontro tra le parti), preannunciando che, in caso di mancata convocazione nei tempi e nei modi previsti dalla normativa vigente, saranno costrette ad avviare la procedura del tentativo di conciliazione tra le parti, davanti al Prefetto della Provincia di Roma".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risorse decentrate anno 2012, dipendenti Comunali in stato d'agitazione

RomaToday è in caricamento